Sant’Arpino

Multiservizi, Bortone replica a Spanò

 SANT’ARPINO. L’amministratore unico della Ecoatellana Multiservizi, Cesario Bortone, replica al consigliere Rodolfo Spanò.

“Premesso che l’amministratore di una società pubblica parla abitualmente con il risultato del proprio lavoro, mi vedo costretto ad intervenire nel dibattito politico per respingere al mittente le accuse del consigliere Spanò. Io credo che quando si analizza il bilancio di una società pubblica bisogna guardare ed analizzare i dati reali, e non farsi fuorviare da confidenze più o meno attendibili, o peggio origliare personalmente dietro le porte, non sapendo bene nemmeno che cosa si sta ascoltando. La storia di questa società, che il consigliere Spanò ben conosce, era fatta per il passato di debiti cresciuti in maniera esponenziale con i fornitori, di debiti con lo stato per tasse non pagate, di Iva non pagata, di stipendi pagati solo a ridosso delle elezioni della primavera 2008, di mancati versamenti previdenziali, con la società che non era nemmeno in grado di ricevere le spettanze dovute perché non in regola con il Durc (documento unico regolarità contributiva). La gestione che mi onoro di rappresentare, senza essere in alcun modo condizionato nelle scelte gestionali da chicchessia, ha risanato la società pagando regolarmente tasse, stipendi ed oneri previdenziali e risulta in regola con il citato Durc. Esistono delle commesse che risalgono alla gestione precedente, che il comune di Sant’Arpino sta contabilizzando in contradditorio con i nostri tecnici, per portare rapidamente alla liquidazione, che sicuramente consentiranno di soddisfare tutti i creditori”.

“Ma di tutto questo il consigliere Spanò ne ha piena conoscenza, in quanto per due anni è stato assessore alla manutenzione alimentando le commesse e quindi i debiti che il comune di Sant’Arpino ha nei confronti della Ecoatellana Multiservizi, e per quanto riguarda le pressioni ed il via vai negli uffici della società, anche in questo caso è uno sport che Spanò conosce molto bene in quanto non ha mai lesinato visite per “proteggere” qualche dipendente”.

“Io credo di essere stato chiaro ed esaustivo, da oggi, mi limiterò a svolgere il mio lavoro nella maniera consona cioè in silenzio. Mi auguro altresì che l’Ecoatellana Multiservizi venga tenuta indenne da strumentalizzazioni di natura politica che mortificano il quotidiano lavoro di tutti i dipendenti”.

“Un’ultima cosa voglio precisare, il mio lavoro è svolto in totale sinergia con il Sindaco e con tutta l’amministrazione comunale, con i quali vi è una comunanza di idee, azioni, e strategie che consentiranno alla società Ecoatellana Multiservizi di raggiungere risultati sempre più brillanti e significativi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico