Orta di Atella

Ticket mensa e via Clanio: la nuova giunta subito all’opera

 ORTA DI ATELLA. Con due delibere di Giunta firmate martedì mattina, l’esecutivo cittadino guidato dal sindaco Angelo Brancaccio ha varato importanti provvedimenti per Orta di Atella.

Con il primo atto è stata disposta la diminuzione della retta giornaliera per accedere al servizio di refezione scolastica per i bambini residenti nel Comune ortese che frequentano le scuole dell’infanzia e primarie statali. Un vero e proprio toccasana per le tasche delle tante famiglie ortesi che si tradurràin un risparmio di spesa giornaliero pari a un euro. Il ticket, infatti, passa da 15 a 10 euro settimanali, un costo decisamente più accessibile per le tasche dei genitori delle scolaresche, costrette, fino a pochi giorni fa, ad accollarsi un canone non indifferente per garantire il pasto ai propri figli. Spiega il sindaco Brancaccio: “La crisi economica generale suggerisce ad una buona amministrazione politiche sociali e di accesso ai servizi che favoriscano le famiglie economicamente svantaggiate”.

Il secondo provvedimento, invece, riguarda la sfera dei lavori pubblici, ramo nel quale sindaco e assessori hanno mostrato un certa speditezza. Mettendo la parola fine ad una situazione che durava da fin troppo tempo, l’amministrazione Brancaccio con uno sprint cancellerà il ricordo di un’arteria, via Clanio, fatta di buche ed asperità. Un progetto ambizioso rientrante nello schema generale di riqualificazione del patrimonio stradale di Orta di Atella, che nello specifico prevede interventi mirati al mantello stradale, ai marciapiedi, alle piste ciclabili, al corredo urbano ed alla realizzazione di una piazza nella parte conclusiva di via Clanio che s’interseca con via Toscanini-via Verdi. “In questi pochi giorni trascorsi dal nostro insediamento – continua Brancaccio – abbiamo verificato l’effettivo grado del dissesto di via Clanio, anche in base alle numerose segnalazioni da parte dei cittadini. Nella lista degli interventi programmati abbiamo selezionato le zone in cui sono necessari interventi urgenti. Siamo già a lavoro, comunque, per individuare gli interventi da inserire nel progetto del 2010”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico