Orta di Atella

I ragazzi della ‘Stanzione’ campioni provinciali di Calcio a 5

 ORTA DI ATELLA. Grande mattinata di vero sport venerdì 30 aprile al palazzetto di Orta di Atella in cui si è disputata la finale del torneo provinciale di “calcio a che ha celebrato il trionfo della squadra della scuola media “Stanzione”.

Gli alunni-atleti Elpidio Bagno, Francesco Minichino, Pasquale Del Prete, Cirillo Antonio, Nicola Cioffi, Francesco Russo, Raffaele Di Micco, Domenico Cioffi, dopo una a dir poco spettacolare competizione, hanno inferto ben 8 reti alla squadra della scuola media di Roccamonfina contro i due subìti. Subito dopo c’è stata un’altra bellissima gara tra le squadre dell’Itc “Gallo”di Aversa e il Liceo “Nifo” di Sessa Aurunca terminata con il risultato di 4-2.

Ad assistere alla manifestazione, oltre alla Dirigente della scuola “Stanzione” professoressa Arcangela Del Prete, anche il vicesindaco del comune di Orta, l’assessore all’istruzione e la dirigente scolastica della scuola primaria. Un particolare è stato rivolto al dottor Cioffi che si è reso disponibile come medico sportivo. Alla fine della competizione, la dirigente Del Prete si è dichiarata felicissima ed emozionata per il travolgente entusiasmo dimostrato dai suoi ragazzi.

“Se questi importanti risultati sono stati raggiunti nonostante le numerose difficoltà con cui la scuola deve ogni giorno confrontarsi – ha affermato – è stato grazie soprattutto alla passione e alla professionalità con cui i nostri docenti, i docenti Antonio Del Prete (coordinatore del gruppo sportivo) e Arturo Iovine (allenatore e arbitro federale dell’incontro che, per l’occasione, ha lasciato il cuore altrove e ha diretto la gara in maniera imparziale ed impeccabile), le docente Pasqualina Iodice e Maria Dell’Aversana hanno svolto il proprio lavoro al punto di minimizzare gli ostacoli che si frapponevano al buon rendimento degli atleti ottenendo da questi ultimi il massimo che potevano dare. Basti solo pensare che una scuola come la nostra che ospita circa 820 alunni, non è dotata di una struttura sportiva al coperto e di attrezzature tali da consentire di allenarsi in maniera adeguata anche con il cattivo tempo. Il problema è stato parzialmente risolto grazie alla scuola primaria che ci ha concesso l’uso della propria palestra e dell’amministrazione comunale per il palazzetto dello sport, senza dimenticare il supporto delle associazioni sportive locali firmatarie di un protocollo d’intesa con la scuola come l’Usca (Unione sportiva culturale Atellana); il Centro Volley Orta, il Borgo Five Soccer e l’Unione Ciclistica Ortese. Tuttavia, ritengo che la soluzione piena può provenire solo dalla dotazione di palestra e di attrezzature che consentirebbero alla scuola di organizzare e gestire gli allenamenti in piena autonomia. I Gss (Giochi Sportici Studenteschi), infatti, si inseriscono in un ampio progetto promosso ed organizzato dal MIUR, in collaborazione con il Coni, le Federazione Sportive Nazionali, gli Enti di Promozione Sportiva, le Regioni e gli Enti Locali, volto a stimolare i ragazzi alla una pratica sportiva partecipata e gratificante e ad avvicinarsi a stili di vita più sani ed equilibrati sul piano psico-fisico. Proprio per l’alta finalità formativa di queste iniziative è essenziale che la scuola, in quanto principale ente educativo insieme alle famiglie, abbia la possibilità di gestire tempi e spazi propri per dare, in forma assolutamente gratuita, l’occasione al maggior numero di alunni possibile di avvicinarsi a una attività così importante per la formazione dell’essere umano considerato nella sua unità psico-fisica e nello sviluppo di rapporti sociali positivi”.

Il discorso della dirigente è terminato con un ringraziamento doveroso agli sponsor Eldo, ditta trasporti Cinquegrana, agenzia di viaggi Ailema. Le competizioni si sono svolte in un clima di amicizia e di sportività come non siamo più abituati da tempo, in cui gli alunni delle rispettive scuole, al termine, hanno imparzialmente applaudito anche gli atleti della squadra avversaria. Anche questo è stato un grande spettacolo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico