Orta di Atella

Basket in carrozzina, manifestazione di solidarietà al PalaLettieri

Edoardo IndacoORTA DI ATELLA. Il sindaco di Orta di Atella, Angelo Brancaccio, e l’assessore comunale alle Politiche sportive, Edoardo Indaco, parteciperanno domani pomeriggio alla manifestazione di beneficenza promossa dall’Asd Società Sportive Ortesi, …

…la sigla che raggruppa Centro Volley Orta, Borgo Five Soccer Calcio a cinque, Usca Pallamano Orta e Ciclismo Orta. La manifestazione si svolgerà presso il PalaLettieri con inizio alle 17.30 e si articolerà in un incontro di basket in carrozzina, momento inteso come ambito di attività ludico-sociale e sportivo nell’accezione più ampia. L’evento si svolgerà grazie al patrocinio dell’amministrazione cittadina, da sempre sensibile a questo tipo di iniziative, con la partecipazione dell’associazione Onlus Ciss Napoli Basket in carrozzina. L’attiva partecipazione dell’amministrazione Brancaccio fa intuire quelli che saranno gli sbocchi dell’azione amministrativa nel settore delle politiche sociali.

“Voglio esprimere un sentito ringraziamento ai responsabili delle associazioni sportive di Orta e del Ciss di Napoli per aver portato una iniziativa tanto lodevole sul nostro territorio cittadino. – afferma il primo cittadino Brancaccio – Posso anticipare che il progetto delle Politiche sociali che intendiamo portare avanti vuole raggiungere un obiettivo significativo: sostenere una mirata ed adeguata politica a beneficio delle fasce più deboli della popolazione ortese per favorire un deciso ed immediato accrescimento del proprio diritto di cittadinanza”.

Dunque, lo spirito della kermesse ortese è finalizzato alla creazione di un valido percorso socio-ricreativo –culturale valorizzando anche lo scopo terapeutico del basket in carrozzina, disciplina nata negli Stati Uniti nel secondo dopoguerra e oggi riconosciuta a tutti i con i Campionati del Mondo, gli Europei e sport olimpico alla paraolimpiadi. La manifestazione del Palalettieri è stata promossa anche grazie alla determinazione del giovane delegato allo Sport, Edoardo Indaco.

“Le finalità del nostro patrocinio- afferma Indaco- sono da molteplici e hanno una specifica rilevanza sociale e sportiva. La manifestazione ha l’obiettivo di promuovere il reinserimento sociale del diversamente abile già sportivo, la presa di coscienza dei diversamente abili non sportivo delle loro potenzialità e un modo per promovere l’avvicinamento allo sport dei diversamente abili del territorio atellano” la presa di coscienza della popolazione delle diverse abilità perché puntano ad un profi ricercare particolare vogliamo allestire un pacchetto di iniziative ed attività ricreativo-culturali il nostro intento è di offrire ai ragazzi ortesi che hanno una patologia di disabilità compatibile, ancorché assistita un validi servizio socio-culturale per favorire il loro processo di socializzazione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico