Italia

Vicenza, operaio muore cadendo in una vasca refrigerante

 VICENZA. Ancora una morte sul lavoro. Sebastiano Storti, 40 anni, di Montebello Vicentino, è mortoa Lonigo, nell’azienda farmaceutica Zambon Group, dopo essere caduto in una vasca refrigerante.

Il suo corpo non ha retto alla temperatura di 18 gradi sotto zero ed è rimasto immerso nella salamoia, liquido utilizzato per raffredare le sostanze chimiche dei procedimenti aziendali.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri e due squadre di vigili del fuoco per lo svuotamento della vasca e il recupero del cadavere. L’incidente si è verificato lunedì sera, intorno alle 20, quando l’uomo, secondo le testimonianze raccolte, stava compiendo normali mansioni. Per un malore, o, più probabile, per una distrazione, avrebbe perso l’equilibrio, scivolando nella vasca. Inutili i tentativi dei colleghi di aiutarlo. La Procura ha aperto un’inchiesta per accertare eventuali responsabilità.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico