Italia

Civitavecchia, incidente in centrale Enel: un morto e tre feriti

 CIVITAVECCHIA. Incidente sul lavoro all’interno dell’impianto Enelgreenpower del Gruppo Enel a Torrevaldaliga Nord presso Civitavecchia, all’interno del polo industriale della città portuale sul litorale a nord di Roma.

Sergio Capitani, 34 anni, è morto e tre altri operai sono rimasti intossicati a causa dell’ammoniaca che è fuoriuscita per la rottura di una tubatura. Sul posto sono intervenuti cinque squadre dei vigili del fuoco e l’impianto è stato messo in sicurezza. L’Enel riferisce che i feriti sono stati subito soccorsi dagli operatori del presidio medico presente nell’impianto e che l’operaio deceduto dopo il suo trasporto in ospedale era dipendente di una ditta esterna.

Gli operai rimasti intossicati sarebbero in condizioni stabili: ad alcuni è stato applicato un respiratore, altri avrebbero già ripreso le normali attività respiratorie. Uno, invece, colpito agli occhi dai vapori, sarà trasportato in ambulanza all’Oftalmico di Roma per consulenza. Secondo la prima ricostruzione dell’accaduto, gli operai stavano lavorando su un’impalcatura a 15 metri d’altezza a una condotta a pressione che trasporta acqua e ammoniaca per abbassare le emissioni del monossido di azoto che si sviluppano durante il processo produttivo. Gli operai avrebbero aperto una valvola della condotta e sarebbero stati investiti dal getto delle esalazioni. L’operaio deceduto, di Tarquinia, è stato investito al volto e sbalzato su un palo contro cui ha sbattuto violentemente la testa.

L’Enel ha avviato un’indagine interna. Secondo un comunicato dell’azienda l’incidente si è verificato “per ragioni ancora da accertare, in prossimità di alcune tubazioni contenenti ammoniaca, nell’area del quarto gruppo di generazione. Sono stati coinvolti quattro lavoratori, di cui un dipendente Enel e tre di una impresa esterna. Uno di questi è deceduto poco dopo l’incidente. I feriti sono stati immediatamente soccorsi dal presidio medico dell’impianto ed è stato anche richiesto l’intervento di un’eliambulanza”. Enel “ha immediatamente costituito un comitato di crisi e ha attivato un’indagine interna per chiarire le dinamiche dell’accaduto. Sul posto si sono recati i responsabili della direzione produzione, generazione e safety di Enel”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico