Esteri

Brasile: proibiti i “braccialetti del sesso”

 SAN PAOLO. E’ stato inventato in Inghilterra, ma è in Brasile che si sta diffondendo tra i teen-ager.

Parliamo dei “braccialetti del sesso”: chi, tra i maschi, riesce a rompere il braccialetto indossato dalle ragazzine avrà diritto a un “compenso” a seconda del colore dello stesso. Se il braccialetto è viola un bacio sulla bocca, se è nero il ragazzo potrà addirittura fare sesso.

Un gioco che però sta diventando pericoloso, tanto che i braccialetti sono stati proibiti nelle scuole di Manaus e in tre centri minori del Paese sudamericano, dopo che due ragazzine sono state uccise e una terza stuprata.

Le due minorenni che sono state violentate e uccise a Manaus pare che portassero ai polsi il braccialetto erotico. Accanto ai cadaveri sarebbero state trovati dei braccialetti rotti. Una ragazzina di 13 anni è poi stata stuprata a Londrina, nello stato del Paranà: anche in questo caso – secondo quanto riporta El Mundo – per le conseguenze del gioco del bracciale. A tutti gli studenti con età inferiore ai 18 anni è stato comunque proibito di portare il braccialetto in classe, anche a Londrina, Maringà e Navegantes.

Ma è allo studio una proibizione ben più ampia visto che la “pulseira do sexo”, come è chiamato il braccialetto in Brasile, si sta trasformando in mania nazionale. A Navegantes, nello stato di Santa Catarina, sono stati registrati nell’ultima ventina di giorni 14 casi di aggressione e di tentativo di violenza sessuale contro ragazzine che sfoggiavano il braccialetto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico