Caserta

Reggia di Caserta, fallisce la delegazione trattante

Reggia di CasertaCASERTA. La delegazione trattante annunciata e prevista per questa mattina 12 aprile, alla Reggia di Caserta non ha avuto l’esito atteso, anzi gli sviluppi dell’incontro non hanno per nulla soddisfatto i rappresentanti della Cisl Funzione Pubblica presenti alla contrattazione.

La sovrintendente Paola Raffaella David, accompagnata dalla propria segretaria e dal funzionario responsabile per il personale, infatti ha approfittato della convocazione a tutti i funzionari ed alle parti sociali per comunicare un’informativa. La comunicazione ha informato i presenti, che considerato il decreto legislativo 150/2009 (Brunetta) l’organizzazione non è più materia di contrattazione; di seguito ha annunciato i nuovi punti ed aspetti della riorganizzazione secondo Raffaella David, rifiutando categoricamente di mettere a verbale l’opposizione del sindacato.

“Un’azione palesemente unilaterale – spiega Pino Crispino, segretario aziendale Cisl Fp – abbiamo provato a spiegare alla sovrintendente che il decreto Brunetta non è ancora in vigore e che l’organizzazione secondo il Contratto di Ministero è materia appunto di contrattazione. Tutti gli ordini di servizio passati, presenti e futuri dunque, riguardanti tale materia non sono validi se non contrattati con le organizzazioni sindacali. Non è questa un’interpretazione del sindacato ma quanto affermato da una recente sentenza del Tribunale del Lavoro di Torino”.

Nei giorni a venire la Funzione Pubblica della Cisl chiederà una nuova contrattazione, spostando il discorso a livello regionale. Ove mai non si giungesse ad alcun accordo in tal senso con la sovrintendenza, la Cisl valuterà la possibilità di una denuncia per attività antisindacale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico