Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Lanfranco (Pd): “E’ il momento di voltare pagina”

Emilio LanfrancoCASAL DI PRINCIPE. Ancora pochi giorni e anche a Casal di Principe si svolgeranno le elezioni comunali, fissate per il 18 e 19 aprile.

E’ il segretario del Pd, Emilio Lanfranco, ad affermare la grande importanza di questa tornata elettorale: “In questo mese e mezzo ne sono state dette di tutti i colori – dichiara il segretario – ed ognuno ha cercato di portare tesi a sostegno della propria coalizione e del rispettivo candidato a sindaco. Lo abbiamo fatto anche noi e tuttora lo stiamo facendo: girando per le case, parlando con la gente dei problemi enormi che Casale ha. Problemi gravissimi, che devono essere risolti. Il nostro paese è arrivato veramente a un punto di non ritorno e siamo nelle sabbie mobili più totali. Il degrado che c’è (amministrativo ed urbano) non è sicuramente da addebitare a noi, ma a persone specifiche che oggi si presentano sotto le insegne del Popolo della Libertà sostenendo Elio Natale sindaco. Persone che non voglio che Casale cresca e migliori. Noi, invece, vogliamo costruire una buona amministrazione che potrebbe fare tanto per questo paese. Non ci manca la progettualità. Non manca alla lista civica del Pd-Progetto Democratico, non manca agli altri amici della coalizione, e non manca al nostro candidato a sindaco Pasquale Martinelli, su cui abbiamo riposto la nostra fiducia politica. Abbiamo messo da parte i colori politici: è nata una coalizione di liste che unisce soggetti con percorsi diversi ma che tengono alle sorti di questa città. È per questo che la novità vera di questa elezione siamo proprio noi. Lo ripeto spesso parlando con i miei concittadini: noi vogliamo camminare con scarpe diverse su una strada sola, quella che porta al cambiamento di questa città. Per questo motivo abbiamo lanciato il cuore oltre gli steccati politici, mettendo insieme liste di estrazione diversa, in quanto riteniamo che il nostro paese vale più di ogni colore politico e merita in questo momento che le migliori risorse si mettano insieme, siano esse di destra o di sinistra. Loro invece sono sempre la stessa solfa, la solita cricca di politicanti che pensano di essere padroni della città. E per colpa loro se noi ci ritroviamo questo paese in ginocchio e mortificato in tutto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico