Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Cineclub, serata dedicata alle opere italiane

 CASAGIOVE. Lunedì 3 maggio dalle ore 20 in poi il Cineclub Vittoria diventa scenario di discussione sullo stato di salute del cinema italiano e spazio per incontrare il regista Felice Farina.

La serata sarà inaugurata dalla proiezione del film “Di me cosa ne sai” di Valerio Jalongo, su soggetto e sceneggiatura degli stessi Jalongo e Farina in collaborazione con Giulio Manfredonia, altro promettente talento della “nouvelle vague” italica grazie al suo “Si può fare”.

L’opera potrebbe definirsi un “docu-drama”, che, partendo da un’appassionata indagine sul cinema nostrano, si arricchisce via via di preziose testimonianze fornite dai protagonisti degli anni d’oro della Settima Arte tricolore con inediti frammenti della vita culturale e politica degli ultimi trent’anni.

Una sorta di diario di viaggio che racconta l’Italia nel suo complesso, attraverso la narrazione delle esperienze di coraggiosi registi ed irriducibili esercenti contrapposti alla massificante e dilagante sottocultura televisiva e alla logica meramente utilitaristica dei centri commerciali.

A seguire, l’intervento dell’autore Felice Farina che presenterà il suo lungometraggio “La fisica dell’acqua”, attualmente sugli schermi nazionali con 60 copie dopo un lungo e travagliato percorso produttivo e distributivo.

La pellicola, che si avvale delle interpretazioni di Paola Cortellesi, Claudio Amendola e Stefano Dionisi, è un coinvolgente thriller psicologico, genere senza dubbio insolito per la nostra cinematografia spesso troppo standardizzata.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico