Campania

Scarcerato il fratello del superlatitante Michele Zagaria

Carmine ZagariaCASAL DI PRINCIPE. Il tribunale del Riesame ha scarcerato Carmine Zagaria, fratello del superlatitante Michele.

Il boss era stato arrestato il 31 marzo scorso insieme con suo padre, Nicola (che a causa dell’età avanzata aveva ottenuto i domiciliari). Al blitz messo a segno da carabinieri e Guardia di finanza, era riuscito a sfuggire ancora una volta Michele Zagaria, latitante da più di quindici anni. Non sono ancora note le motivazioni della scarcerazione di Carmine Zagaria e si attende la sentenza. Il provvedimento, comunque, sarebbe stato preso per mancanza di gravi indizi di colpevolezza. Nicola Zagaria, riconosciuto responsabile di estorsioni, resta ai domiciliari.

Il boss Michele si nasconde nei covi che cambia di continuo portandosi dietro computer e chiavetta per collegarsi a Internet. E riesce a sapere in anticipo quando scatteranno i blitz contro i suoi. È successo, per esempio, nel maggio e nel luglio del 2008: poche ore prima che le forze di polizia entrino in azione, grazie a quello che gli investigatori definiscono “il controspionaggio”, i fedelissimi di Zagaria vengono allertati.

Nelle foto, da sin. Michele e Carmine Zagaria

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico