Aversa

Tramonta l’Impero Bassoliniano: nuovo numero di Fresco di Stampa

 AVERSA. E’ in edicola, da sabato 1 maggio 2010 (festa dei lavoratori), il nuovo numero del magazine di Terra di Lavoro e Napoli Nord “Fresco di Stampa”. Il primo piano di questo numero è dedicato al tramonto dell’impero bassoliniano.

Un dossier su un sistema che ha visto coinvolti, trasversalmente, tutti i partiti. La gestione di Antonio Bassolino lascerà: 700 professionisti campani all’asciutto, dopo che sono costati 30 milioni di euro gli incarichi esterni; enti costosissimi che non hanno raggiunto i risultati per cui erano stati creati, come la “Soresa”, Bagnoli Futura” e “Campania digitale”; una Sanità allo sfascio; 600 corsi di ogni tipo di cui hanno beneficiato solo gli enti.

Lo speciale è completato da due interviste esclusive: al governatore della Puglia, Nichi Vendola, unico leader della Sinistra che vince al sud e al giornalista Giorgio Bocca, a cinque anni dal suo libro su Napoli e la Campania. Interessante, poi, l’inchiesta sul mercato della droga in provincia di Caserta e a Napoli nord, con il racconto di un pusher di periferia, che spiega come fumo e cocaina sono venduti alla luce del sole. Le pagine di legalità sono chiuse dal blitz di Giugliano contro il clan Mallardo.

L’ampia sezione della politica, poi, è aperta dall’intervista al neo presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi. Si prosegue con un approfondimento sui sindaci rieletti, Angelo Brancaccio, Antonio Scalzone, Enrico Martinelli e Biagio Lusini, fino ad arrivare alle elezioni di Casal di Principe e Maddaloni, con le perquisizioni e gli avvisi di garanzia. Esclusiva anche l’intervista all’ex segretario nazionale del Pd, Walter Veltroni, che denuncia il silenzio sui brogli elettorali in Campania.

Per la parte dedicata all’ambiente spazio è dato al comando Nato, che diffonde indagini allarmanti sull’inquinamento delle falde in alcuni Comuni di Terra di Lavoro e articoli sono dedicati all’eterno problema dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani. In tema di lavoro, è allarme cassa integrazione in Campania, con 413 imprese in difficoltà e più di 8 mila lavoratori costretti al riposo forzato e un focus è dedicato all’Italtel di Santa Maria Capua Vetere. Sulla scuola, pende ancora la mannaia del ministro Mariastella Gelmini, con quasi 4 mila posti persi a livello regionale.

Anche nel numero di maggio di “Fresco di Stampa” vengono riproposte le rubriche: Il bue e l’asino del giornalista Vito Faenza e Calici & Pastelle della sommelier Michela Guadagno. Dopo la sezione del giornale dedicata alle diverse aree di Terra di Lavoro e Napoli Nord, dall’Agro aversano, al Maddalonese, da Caserta alle città all’Alto casertano e da Giugliano, a S. Antimo, Villaricca, Melito e Qualiano, spazio è dato alla musica, alla cultura e all’arte.

In chiusura, la consueta rubrica della giovane scrittrice casertana, vincitrice del premio Calvino 2007 con i racconti “Dai un bacio a chi vuoi tu”, Giusi Marchetta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico