Aversa

Operazione “Black Shoes”: arrestato 30enne africano

Ebosim Pedro UcheAVERSA. Gli agenti del commissariato di Polizia di Aversa, agli ordini del dottor Del Gaudio, insieme ai colleghi del Reparto prevenzione crimine Lazio, hanno bloccato ad Aversa Ebosim Pedro Uche, 30 anni, africano, …

…destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Napoli il 23 ottobre 2007. L’uomo tentava di eludere il controllo degli operanti dando documenti falsi ma a conclusione degli accertamenti espletati dalla Polizia Scientifica del Commissariato di Aversa era identificato compiutamente con comparazioni dattiloscopiche ed assicurato alla giustizia.

L’indagine, meglio conosciuta come operazione “Black Shoes”, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli e dalla Dda di Roma, e condotta dalle squadre mobili di Napoli e Roma, in collaborazione con la polizia di Aversa e Castel Volturno, portò all’arresto nel dicembre 2007 di 50 persone, tra cui 10 donne, responsabili di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Dall’attività investigativa emerse un solido collegamento tra organizzazioni nigeriane ed esponenti della criminalità organizzata napoletana che in forte collaborazione, a mezzo corrieri, importavano ingenti quantitativi di cocaina proveniente dall’Olanda e destinata al mercato flegreo e del litorale domitio. Nel corso dell’indagine, iniziata nel 2002 e durata circa 5 anni, vennero sequestrati a più riprese 10 chili di cocaina che i corrieri celavano nei doppifondi di scarpe.

Ultimati gli adempimenti di rito, l’arrestato era associato alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, dovendo anche rispondere del reato di immigrazione clandestina, per essersi trattenuto sul territorio nazionale benché colpito da provvedimento di espulsione e relativo ordine del Questore di Napoli.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico