Aversa

Jazz Club, concerto del quartetto americano di Ted Nash

Ted NashAVERSA. Sabato 10 aprile alle ore 22, la stagione del jazz club Lennie Tristano di Aversa propone un big event.

Sul palcoscenico dell’Hotel del Sole (in piazza Mazzini) arriva in concerto il quartetto americano di Ted Nash, protagonista di un All Star project tutto dedicato alle musiche di Henry Mancini. E’ la prima tappa della tournèe italiana.

Ad affiancare il sassofonista membro della Jazz at Lincoln Center Orchestra e collaboratore di Winton Marsalis, Ben Allison e Marcus Roberts, il grande Frank Kimbrough, pianista mancino allievo di Paul Bley, già ospite del club qualche anno fa in un fortunato concerto tenutosi allo Sporting Zodiaco, nonché il contrabbassista californiano Jay Anderson, collaboratore di Randy Brecker e di Bob Berg, e il batterista Ali Jackson, allievo di Elvin Jones e Max Roach, drummer in formazioni jazz di rilievo al fianco di Brad Meldhau, Larry Granadier, Aretha Franklin e molti altri.

Il Mancini Project è un’idea che Nash porta con sé da sempre essendo figlio d’arte: suo padre era il grande Dick Nash, trombonista dell’orchestra di Henry Mancini (a lui il compositore ricorreva per creare quei morbidi tappeti sonori che caratterizzano temi come The Pink Panther).

Cresciuto nella Los Angeles degli anni ’60, Ted ha respirato quelle musiche per tutta la sua infanzia e non stupisce, dunque, che abbia voluto omaggiare con un cd colui che è considerato uno dei più importanti compositori di quegli anni la cui fama è legata ad alcuni famosi film diretti da Blake Edwards. Sono proprio alcuni di questi temi, da Breakfast at Tiffany’s a The Party a destare la curiosità musicale di Nash che, da buon polistrumentista, li rielabora secondo una sua personale visione dagli esiti affatto moderni. Ma nel disco realizzato con Kimbrough, Rufus Reid e Matt Wilson trovano posto anche altri temi meno conosciuti, da A shot in the dark a Two for the road, a Cheryl’s Theme, che hanno contribuito a porre il progetto musicale all’attenzione della critica.

Nel tour che sta per cominciare le sperimentazioni di Nash e Kimbrough e le arditezze ritmiche di Anderson e Jackson si fondono con il melodismo dei temi da film con risultati decisamente affascinanti. Grande è l’attesa per questo concerto concesso in esclusiva al club aversano, che promette di far trascorrere agli appassionati di jazz una serata memorabile, come molto spesso nella quasi trentennale storia del sodalizio normanno.

Infoline: 328.8479115

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico