Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

L’Ora della Terra al ‘Quercia’

 MARCIANISE. Nella Sala Conferenze del liceo “Quercia” di Marcianise, si è discusso di cambiamenti climatici ed emergenze ambientali.

L’occasione per l’approfondimento dei temi dell’ambiente è stata data dall’Ora della Terra, manifestazione mondiale di impegno ecologico che il Wwf da qualche anno promuove a tutte le latitudini. Con un semplice ma significativo gesto, lo spegnimento simbolico delle luci per un’ora, tutti possono dare un segnale di responsabilità ai potenti della terra ed indurli ad attuare politiche serie per arrestare fenomeni disastrosi, come, ad esempio, il surriscaldamento del pianeta, causa di cambiamenti climatici dannosi e pericolosi. La sezione casertana del Wwf ed il liceo marcianisano hanno rinnovato l’impegno comune verso la sensibilizzazione e l’educazione delle giovani generazioni a comportamenti responsabili nei confronti del territorio.

“Il pianeta Terra non gode certo di buona salute. – ha affermato il dirigente scolastico del “Quercia”, il professor Diamante Marotta, aprendo i lavori – Noi possiamo aiutarlo a recuperare la forma migliore, aderendo a stili di vita più sobri, limitando i consumi e gli sprechi. Ascoltare con attenzione i messaggi che ci rivolgono istituzioni come il Wwf può essere il primo passo verso una necessaria rivoluzione culturale, premessa indispensabile ad ogni cambiamento strutturale e non solo congiunturale”.

 “Il Wwf di Caserta – ha continuato il presidente della sezione casertana del Wwf, Lello Lauria, – già lo scorso anno ha significativamente contribuito all’evento mondiale L’Ora della Terra: la Reggia di Caserta e la Basilica benedettina di Sant’Angelo in Formis hanno spento le loro luci, per richiamare l’attenzione di cittadini e politici sul problema dei gas climalteranti. Oltre 3000 studenti, con le loro rispettive famiglie, hanno spento la luce per un’ora, per inviare un messaggio al Mondo intero. Quest’anno particolare rilievo assumono le iniziative che si svolgono presso l´istituto comprensivo ‘Ruggiero’ di Caserta e presso il Liceo scientifico e classico ‘Quercia’ di Marcianise”.

Interessatissima la platea degli studenti, soprattutto durante la visione del film L’era dello stupido, una spietata diagnosi delle sciagure ambientali in corso e delle loro nefaste conseguenze. Introdotto dal direttore scientifico del Wwf di Caserta, Renato Perillo, ha motivato diversi interventi da parte dei ragazzi presenti, che hanno messo in evidenza come con semplici accorgimenti tutti potrebbero dare un contributo per arrestare il processo di degrado della natura. Qualcuno dei ragazzi ha proposto, ad esempio, l’installazione di un termostato all’impianto di riscaldamento della scuola, per ottimizzare i consumi, ridurre le emissioni di gas nocivi ed evitare inutili spese.

Visibilmente compiaciuto il dirigente Marotta, che ha subito accolto la proposta, impegnandosi ad interagire con l’ente Provincia di Caserta. La giornata si è chiusa con gli interventi di Solina Bergamin, del Consiglio Regionale del Wwf, e di Teresa Leggiero, consigliere del Wwf di Caserta. E’ stata una bella giornata, preparata con la consueta squisita professionalità dai docenti del “Quercia”, rappresentati dai professori Grazia Occhipinti, Marisa Di Leva, Angelo Piccolo, Pasquale Delle Curti, Tiziana D’Errico, Madela Cusano, Vincenzo Serafino, Carmela Ciano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico