Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

La Giunta approva il Piano Siad

Gerardo Trombetta MARCIANISE. E’ necessario che le trasformazioni del profilo urbanistico della città di Marcianise siano supportate dall’adozione di strumenti che possano incentivare e canalizzare il fisiologico sviluppo del territorio.

Tale è la funzione principale del Siad (Strumento d’Intervento per l’Apparato Distributivo) , la cui revisione ed attuazione è stata decretata dalla giunta, nella seduta dello scorso martedì 23 marzo, su proposta dell’assessore alle attività produttive, Gerardo Trombetta (nella foto), in collaborazione con il sindaco Antonio Tartaglione.

Attraverso tale atto vengono fissati i criteri di programmazione urbanistica riferiti al settore dell’annona, in modo che si possa disciplinare e razionalmente progettare l’insediamento di attività commerciali, al fine di produrre effetti benefici sul sistema economico vigente, nonché di valorizzare il territorio, nel pieno rispetto dei vincoli urbanistici e dei beni culturali presenti. L’adozione del Siad favorisce altresì l’insorgere di nuove iniziative, attraverso la riconversione delle strutture distributive meno produttive, ed esistenti in città; e nel contempo promuove tutti gli interventi attuativi per l’abbattimento delle barriere architettoniche ancora esistenti. La revisione di tale piano si è resa assolutamente necessaria per l’obsolescenza di quest’ultimo, potenzialmente deleteria per lo sviluppo del territorio, dati gli effetti inficianti che allo stato attuale esso potrebbe produrre sulla disciplina del commercio. I provvedimenti approvati dalla giunta sono volti a contrastare un tale rischio.

Soddisfatto per l’operato dell’intera amministrazione è apparso Gerardo Trombetta: “Dati i numerosi progetti già avviati, o in cantiere relativi alla ridisegnazione del profilo urbano, l’adeguamento del Piano Siad si è reso assolutamente indispensabile, per contribuire in maniera fattiva alla reale rivitalizzazione di importanti aree, altrimenti versanti in uno stato di desolazione. Mi riferisco in modo particolare non solo alle zone periferiche, ma anche al centro storico, che abbisogna di un intervento innovativo che riporti la popolazione a fruirne, contribuendo così al suo rilancio sotto ogni punto di vista”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico