Maddaloni - Valle di Maddaloni

Ampliamento Cementir, Polverino: “Si decida subito”

Angelo Polverino MADDALONI. “Il Caso Cementir. E’ assurdo che da un anno si tenga in piedi una conferenza di servizi per l’ampliamento della cava Cementirdi Maddaloni.

Una conferenza che sta vedendo molteplici contraddizioni e che sta mettendo ad ulteriore rischio il futuro del nostro territorio già devastato da queste attività e che lascia i lavoratori aggrappati a una speranza che diventa per certi versi sempre più vana. Le responsabilità di tutto questo sono del centro-sinistra che attraverso un piano cave ha obbligato la nostra Provincia a dare ancora, senza considerare quello che già si è dato”.

E’ il commento di Angelo Polverino a seguito della decisione dello Stap Foreste di autorizzare il progetto della Cementir, “Sul territorio casertano – aggiunge il consigliere regionale uscente del Pdl e ricandidato all’Assise campana – ci sono ben due cementifici che lavorano da mezzo secolo quasi del tutto incontrollati. E dopo mezzo secolo siamo ancora nell’incertezza, i nostri cittadini e lavoratori dipendono dalle decisioni di tre enti regionali che non si mettono d’accordo su come deve applicarsi la legge, neanche i regolamenti redatti da loro stessi. Una serie di cavilli hanno fatto in modo che si arrivasse ad oggi senza sapere cosa riserba il futuro per il popolo casertano e maddalonese. Il problema è che questa storia, che di trasparente ha ben poco, finirà nella solita agonia di una faida di popolo contro popolo, dove si tira a campare senza una sorta di soluzione. E allora si decida. Decidiamo, visto che siamo in campagna elettorale, che destino deve avere il nostro territorio, se siamo per l’apertura del policlinico o per l’incenerimento di rifiuti nei cementifici così come già deciso dalla giunta Bassolino”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico