Cesa

Pdl: “La demagogia è ancora padrona”

 CESA. “Come si dice in dialetto è finita la carne sotto ed i maccheroni sopra…

…Ma vuoi vedere adesso – si legge nel manifesto del Pdl – che lo scempio edilizio delle cosiddette zone D l’abbiamo voluto noi del Pdl e non la giunta di sinistra del Pd guidata dal sindaco Fiorillo? Vuoi vedere adesso che se molti cittadini si trovano nella spiacevole condizione di aver acquistato una casa e non potervi risiedere non dipende dalla mancanza di regole precise che all’epoca il sindaco Fiorillo ha ‘dimenticato’ consentendo in un’area produttiva la costruzione di 400 uffici come se a Cesa doveva essere trasferito l’intero centro direzionale di Napoli? Dov’era il sindaco Fiorillo? Chi doveva vigilare? Di chi sono le responsabilità? Vuoi vedere adesso che siamo stati noi in piena campagna elettorale per le precedenti provinciali a prometter capannoni e laboratori con tanto di richiesta formale mai presa in considerazione? Forse è venuto a mancare lo spazio con un centro direzionale così imponente?

Smettiamola – sottolinea il Pdl – di fare accuse infondate per una scellerata propaganda elettorale e soprattutto i dirgenti del Pd la smettono di fare i salvatori della patria in quanto non ne sono all’altezza e non ne hanno le qualità…Non siamo stati certo noi a consentire le innumerevoli assunzioni all’interno del consorzio Geoeco e la nomina di un consulente altamente retribuito causando l’aumento a dismisura della tassa della spazzatura…con il nostro caro sindaco dottor Giuseppe Fiorillo consigliere d’amministrazione del suddetto consorzio.

Non siamo stati noi a gestire – continua il manifesto – il servizio civile provinciale dove gli unici ragazzi di Cesa a prendere il posto sono stati in nipoti del dottor Giuseppe Fiorillo. Non siamo noi a credere che la politica sia solo uno strumento di potere e di gestione della cosa pubblica per fini personali a differenza del dottor Fiorillo che ha fatto del clientelismo il suo cavallo di battaglia basti ricordare che nella sua esperienza di vicepresidente del consiglio provinciale viene ricordato solo per il servizio civile che opera a favore del proprio paese. La nostra – conclude il Pdl – è la politica del fare non dell’arraffare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico