Cesa

Accende riscaldamento in auto e muore asfissiato

 CESA. Voleva semplicemente trovare riparo contro il freddo pungente ma per Giovanni Di Nardo è sopraggiunta la morte.

Il 48enne vigilantes di Villaricca, in provincia di Napoli, era dipendente della società “Security Pall” di Giugliano ed era di turno presso un cantiere edile sito in via Caravaggio, ai confini con Sant’Antimo. La guardia giurata, durante la notte, ha abbandonato la gabbiola di guardia poiché all’interno non funzionava l’impianto di riscaldamento interno ed è salito sulla sua autovettura per scaldarsi.

Il 48enne ha acceso il motore per attivare la stufa interna, ma il monossido di carbonio, sprigionato dalla marmitta, ha invaso l’abitacolo provocando la morte dell’uomo che, nel frattempo, si era addormentato. I colleghi di Di Nardo che, questa mattina, sono giunti sul cantiere edile per dare il cambio hanno trovato il cadavere del 48enne ed hanno dato l’allarme ai carabinieri di Aversa.

Il cadavere della guardia giurata è stato trasferito presso l’Istituto di medicina legale dell’ospedale di Caserta. Nei prossimi giorni sarà effettuata l’autopsia sul corpo di Di Nardo come disposto dalla Procura della Repubblica di S.Maria Capua Vetere.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, abbattimento di pini a rischio nel Parco Pozzi https://t.co/mZ8pTOuGtU

70 anni Dichiarazione Diritti dell’Uomo: a Napoli unica tappa italiana di Human Rights Film https://t.co/zIRfdYatjr

Liberato, in migliaia acclamano il rapper senza volto https://t.co/JvAHFfXVtL

Napoli - Liberato, in migliaia acclamano il rapper senza volto (10.05.18) https://t.co/afciQg3PvQ

Condividi con un amico