Caserta

Zinzi incontra i vertici di Confindustria Caserta

Domenico ZinziCASERTA. Il candidato alla Presidenza della Provincia di Caserta per la coalizione di centrodestra, Domenico Zinzi, ha incontrato il Presidente di Confindustria Caserta Antonio Della Gatta e gli associati presso la sede dell’Ente in via Roma.

Nel corso dell’appuntamento si è discusso di alcune tra le principali priorità del territorio provinciale. A prendere la parola per primo è stato il presidente di Confindustria Caserta, Antonio Della Gatta: “La Provincia – ha detto – è un ente intermedio tra la Regione e i comuni e può dare un forte impulso per la realizzazione di importanti iniziative. I temi da affrontare in provincia di Caserta sono tanti. Va attuata una semplificazione amministrativa, è necessario garantire trasparenza negli appalti pubblici, va risolta la questione dei debiti della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese e devono essere garantite sicurezza e legalità. Inoltre – ha aggiunto Della Gatta – bisogna insistere sulla formazione dei giovani”.

Il leader casertano di Confindustria, poi, ha parlato della questione Policlinico: “La Provincia deve avere un ruolo importante nel far ripartire questa opera, così come lo può avere nel rilancio del turismo, del sistema delle piccole e medie imprese e delle infrastrutture”. Per l’On. Domenico Zinzi “la Provincia non deve limitarsi ad agire nel rigido rispetto delle sue competenze, ma ha il dovere di diventare un punto di riferimento politico-istituzionale, mirando a fare squadra con tutti i rappresentanti politici per portare in ogni sede le istanze del territorio. Ieri – ha proseguito Zinzi – ho fatto visita al Ministro dell’Interno Roberto Maroni, al quale ho riconosciuto i meriti rispetto al modello Caserta, insistendo sul fatto che è necessario proseguire su questa strada ma è importante anche implementare gli interventi per favorire una crescita della nostra terra. La sicurezza è la premessa per ogni altro tipo di intervento”.

Zinzi ha spiegato che “le aree Asi, le aree industriali devono tornare agli imprenditori”, mentre alla stazione unica appaltante “dovranno aderire tutti i 104 comuni della Provincia, non solo i 60 attuali”. Sul fronte Policlinico, il candidato del centrodestra alla Presidenza della Provincia di Caserta ha lanciato un appello al rettore Rossi, chiedendogli di “fermarsi ed attendere tre settimane. Se sarò eletto, darò la collaborazione da lui richiesta. Negli anni scorsi – ha aggiunto – la Provincia avrebbe dovuto mostrare maggiore attenzione nei confronti del cantiere del Policlinico e seguirne più da vicino le vicende”.

Ulteriori considerazioni hanno riguardato i trasporti (“Fondamentale per lo sviluppo del territorio è la realizzazione dell’aeroporto di Grazzanise, che De Luca vuole impedire, e il rilancio dell’interporto”), il turismo (“Non si può pensare a rilanciare questo settore senza adeguati servizi locali e una rete di accoglienza e ospitalità degna di tale nome”) e il commercio, dove sono necessarie “azioni forti a tutela degli esercizi di vicinato”.

Ultimi temi trattati l’acqua e i rifiuti: “Nella nostra Provincia – ha spiegato Zinzi – paghiamo l’acqua il doppio rispetto alle altre province campane. Bisogna porre fine immediatamente a questa assurdità. Sul fronte rifiuti, c’è da dire che l’emergenza è finita solo sulla carta. La situazione è ancora difficile e va affrontata con la massima serietà”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico