Caserta

Zinzi a Vozza: “O disinformato o in malafede”

Domenico ZinziCASERTA. “Il candidato alla Presidenza della Provincia Giuseppe Vozza o è disinformato o è o in malafede”. Lo afferma il candidato del centrodestra alla presidenza della provincia Domenico Zinzi.

“Solo così – dice Zinzi – si spiegano le dichiarazioni che ha reso alla stampa, in cui mi ha offeso in maniera indecente, mettendo in pratica uno squallido gioco di allusioni che respingo con indignazione al mittente. Per quanto riguarda il termovalorizzatore, Vozza dovrebbe sapere (ma probabilmente fa finta di non saperlo) che è ormai certo che non si farà mai a Santa Maria La Fossa. Di conseguenza, la sua polemica è strumentale e basata sul nulla. Sul fronte cave, poi, non solo non ho alcun imbarazzo nei confronti di nessuna situazione, ma da assessore regionale ho dimostrato di essere il primo e unico politico casertano interessato a sanare quella parte della Provincia di Caserta che si trova in prossimità della città capoluogo attraverso la delocalizzazione delle attività estrattive”.

“Le altre affermazioni di Vozza – aggiunge Zinzi – si commentano da sole. Pensavo ci trovassimo di fronte ad un professionista serio e onesto intellettualmente. Invece, devo constatare con amarezza che Vozza è solo un provocatore, che cerca di guadagnare qualche voto in più raccontando balle ai cittadini”.

In mattinata Zinzi ha preso parte alla tribuna elettorale nella sede Rai di Napoli assieme agli altri candidati alla Presidenza. Molti i temi toccati nel corso dell’incontro: “Il paradosso – ha detto Zinzi – è che la Provincia di Caserta viene definita Terra di Lavoro e soffre enormi problemi legati alla disoccupazione. Precondizioni per lo sviluppo sono la sicurezza e le infrastrutture. Mi chiedo come mai il centrosinistra, che ha governato questa Regione per dieci anni, parli ancora oggi di realizzare l’aeroporto di Grazzanise. Perché non lo ha fatto finora? Solo oggi, ancora una volta poco prima delle elezioni, l’assessore regionale ai Trasporti Cascetta dice che ci sono i fondi e che l’aeroporto si farà. Siamo di fronte al solito bluff. Ormai tutti hanno capito le manovre disperate del Pd, gli elettori non hanno l’anello al naso. E’ inutile che il Pd parli di futuro, quando ha avuto dieci anni per realizzare qualcosa per questa terra. E invece non ha fatto nulla, generando solo disastri”.

Zinzi, poi, ha affrontato il discorso energia: “Bisogna puntare – ha detto – sul fotovoltaico. Il nucleare? Il Governo non ha ancora fatto delle scelte definitive per quel che riguarda la Provincia di Caserta. In ogni caso, è inutile che il Pd o altri facciano delle polemiche sterili, basate sul nulla e che creano dannosi allarmismi tra la popolazione residente. Posso solo dire che si tratta di un argomento importante, che va affrontato con serietà. Faremo sempre gli interessi dei cittadini”.

Nel pomeriggio ha proseguito il suo tour elettorale in Provincia di Caserta. Le tappe sono state Sparanise, San Marco Evangelista, Maddaloni, San Nicola La Strada e Grazzanise. Sabato pomeriggio, alle 16.30, al Grand Hotel Vanvitelli, Zinzi incontrerà il candidato alla Presidenza della Regione Campania per la coalizione di centrodestra Stefano Caldoro e il vicecapogruppo del Pdl alla Camera, Italo Bocchino.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico