Caserta

Stellato: “Noi forti e credibili”

 CASERTA. All’incontro al Contemporaneo Caffè di via Mazzini a Caserta erano presenti i segretari provinciali dei partiti della coalizione che sostengono Giuseppe Stellato a Presidente della Provincia di Caserta, …

Pierino Squeglia (Alleanza per l’Italia), Luigi Passariello (Italia dei Valori), Raffaele Aveta (Verdi), Ciro Cacciola (Partito democratico), Antonio De Pandis (Sinistra e libertà). Un incontro infiammato dagli interventi appassionati dei cinque leader che hanno confermato, a dieci giorni dalla chiusura della campagna elettorale, il proprio sostegno a Giuseppe Stellato, con considerazioni oggettive su quella che è la battaglia politica di questi giorni e illustrato i punti di forza di una coalizione che condivide pienamente gli obiettivi programmatici.

“Dopo due settimane di campagna elettorale – ha esordito Ciro Cacciola, responsabile enti locali del Pd Caserta – è chiaro che l’incredibile armata annunciata dal centrodestra sul territorio è inesistente. Per non parlare della clamorosa bugia propinataci nel 2008 sui rifiuti, la spazzatura che è stata messa per un po’ sotto il tappeto sta adesso riemergendo e le nostre città sono nuovamente invase. Il problema dei rifiuti non si risolve con gli spot pubblicitari ma fornendo a questa regione e a questa provincia un ciclo industriale completo, non aprendo solo discariche che stanno scoppiando. Altro tema su cui il candidato di centrodestra è latitante è la questione nucleare; Domenico Zinzi evita costantemente di affrontare i nodi politici più importanti e continua a fare slogan che ai cittadini poco interessano. Crediamo che Stellato sia un candidato che con la sua passione, la sua serietà e chiarezza possa convincere quella parte dell’elettorato che ancora non ha deciso”.

E sulla vicenda ambientale è intervenuto Raffaele Aveta, segretario provinciale dei Verdi. “Crediamo che la sfida ambientale oggi è divenuta centrale per la provincia di Caserta e altresì crediamo che Zinzi sia assolutamente inadeguato ad affrontare tale battaglia. Noi Verdi individuiamo almeno tre punti sui quali è necessario avere riposte: Presenzano, il governo ha dato il via libera alla centrale di Turbogas in una zona già gravemente colpita dalla più grande centrale termoelettrica d’Europa; via libera del governo Berlusconi anche alla costruzione di un impianto di smaltimento di rifiuti tossici e nocivi a Tora e Piccilli, comune del parco di Roccamonfina; e infine ancora il governo centrale ha individuato il Garigliano come sito nazionale per il deposito di tutte le scorie radioattive italiane. Insomma su questi argomenti Zinzi ha steso il più assoluto silenzio, stretto tra lobby di potere non riesce a dare risposte agli elettori. L’emergenza ambientale in provincia di Caserta è anche emergenza sanitaria. Giuseppe Stellato ha fatto dell’ambiente il suo cavallo di battaglia, i Verdi appoggiano Stellato, perché ha a cuore la salute delle future generazioni”.

Un convincimento risultato da una sana dialettica interna secondo Luigi Passariello, il sostegno dell’Idv a Stellato: “Le aspettative che l’Italia dei Valori ripone nel candidato di centrosinistra sono concentrate in quattro momenti: salute, scuola, sicurezza, sviluppo. Queste tematiche sono interconnesse tra loro e vedono in Giuseppe Stellato una sintesi di limpidezza e forza in cui crediamo fortemente”.

La dequalificazione della politica è la madre di tutti i mali secondo il segretario dell’Api, “Come può un presidente dell’Amministrazione Provinciale – si chiede Piero Squeglia – governare una provincia non sostenuta dal governo centrale e che anzi, da questi viene depauperata? Il governo Berlusconi si è caratterizzato proprio per aver dirottato al nord fondi destinati alla nostra terra: Quando ciò accadeva, il candidato di centrodestra che posizione ha assunto? Noi abbiamo la responsabilità di vincere, altrimenti nei prossimi cinque anni accentueremo e addormenteremo una crisi galoppante, la confusione sarà il modus operandi di questa provincia. Le coalizioni non si fanno per vincere, ma per governare è questo il motivo delle nostre selezioni; la nostra coalizioni si presenta oggi lucida, compatta, sicura della propria coerenza. Dall’altra parte invece solo un gran punto interrogativo”.

La risposta la fornisce Giuseppe Stellato: “La coalizione di centrodestra presenta in sé le caratteristiche della contraddizione, com’è possibile governare in Regione Campania con forze che a livello centrale sono all’opposizione? Possiamo affermare con serenità che siamo in netto recupero, siamo presenti sui territori con una campagna elettorale a larghissimo raggio. Oggi siamo insieme per dire che il nostro intento comune è fare di Caserta un modello di sviluppo positivo, vogliamo esportare la Caserta delle potenzialità, dell’università, dell’aeroporto, dell’interporto, delle opere completate. Investendo su queste cose avremo una catena fruttuosa che non si esaurirà nello spazio di una campagna elettorale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico