Caserta

Bagno di folla al Vanvitelli per Zinzi, Caldoro e Bocchino

da sin. Bocchino, Zinzi e SaglioccoCASERTA. Un autentico bagno di folla ha accolto oggi pomeriggio il candidato alla presidenza della Provincia di Caserta per la coalizione di centrodestra, Domenico Zinzi, il candidato alla presidenza della Regione per il centrodestra Stefano Caldoro e il vicecapogruppo alla Camera del Pdl Italo Bocchino.

In una stracolma sala del Grand Hotel Vanvitelli di San Marco Evangelista Zinzi, Bocchino e Caldoro sono stati affiancati dal deputato del Pdl Mario Landolfi e dai candidati al consiglio regionale del Pdl Daniela Nugnes e Giuseppe Sagliocco.

Ad aprire l’incontro è stato proprio Italo Bocchino: “L’appuntamento di oggi – ha spiegato – ha un significato particolare. Le candidature di Zinzi e di Caldoro sono una grande possibilità di cambiamento per la nostra terra. Tutti dobbiamo sostenere queste due personalità di ottimo livello. Con la loro vittoria sicuramente la camorra resterà fuori dai palazzi del Governo. Non accetteremo mai compromessi su questo tema, non sono ammesse zone grigie”.

Bocchino, poi, ha chiamato a raccolta tutto il centrodestra: “Questo – ha aggiunto – è un momento di armonia, vanno impiegate tutte le energie per vincere questa enorme sfida. Dobbiamo tornare a governare la Provincia di Caserta, che negli ultimi anni è stata male amministrata dal centrosinistra. Per non parlare, poi, degli enormi disastri provocati da Bassolino in Regione Campania. Le vittorie di Zinzi e Caldoro garantiranno un’immediata inversione di tendenza”.

 Caldoro ha iniziato il suo intervento con un’importante dichiarazione: “In caso di una nostra vittoria, ci impegniamo a realizzare l’aeroporto di Grazzanise. Noi – ha proseguito – siamo la coalizione del fare, la sinistra, che nel suo modo di ragionare e di agire resta comunista, lavora sempre contro qualcosa. La Provincia di Caserta ha subito un violento attacco da parte del governo regionale di centrosinistra, è stata maltrattata, nonostante abbia sempre dato un grande contributo alla nostra Regione. E’ necessaria una forte battaglia politica, che garantisca il cambiamento. Per fare ciò bisogna lavorare di squadra, valorizzando le nostre notevoli capacità”.

Per Zinzi “è arrivato il momento della grande armonia. Con il centrodestra in Campania siamo insieme da quindici anni e rappresentiamo un laboratorio politico che andrebbe esteso in tutta Italia. Noto che in questi giorni – ha aggiunto Zinzi – per qualche nostro avversario sta aumentando il nervosismo, mentre in noi cresce l’entusiasmo, grazie al grande supporto della gente che ci spinge verso la vittoria. C’è qualcuno che chiede un confronto con me. Abbiamo già fatto due faccia a faccia in Rai, altri su importanti quotidiani locali. Io sono sempre stato presente, altri no. Ai nostri avversari saltano i nervi quando ricordiamo loro che, a seguito del disastro dei rifiuti, ci hanno umiliato in tutto il mondo, facendoci finire sulla prima pagina del New York Times. Sull’ambiente il Pd non può dire una sola parola, dal momento che per dieci anni ha provocato solo disastri. Inoltre, noto che il candidato del Pd incontra il verde Bonelli, ovvero il gemello di quel Pecoraro Scanio che viene ricordato solo per aver causato enormi danni alla nostra terra e per aver detto pregiudizialmente no a qualsiasi iniziativa orientata al progresso. Questi amici di Bassolino, poi, non accettano che si dicano altre verità. Infatti, hanno messo in liquidazione l’azienda provinciale dei trasporti, decretandone la morte, e non hanno realizzato l’aeroporto di Grazzanise, continuando ancora oggi a promettere e a prendere in giro i casertani”.

In mattinata Zinzi ha fatto visita a Federfarma. Successivamente ha preso parte ad un convegno organizzato dall’associazione ambientalista “Fareambiente”.Nel pomeriggio un incontro elettorale con Mario Landolfi e Angelo Polverino, un altro appuntamento a Caserta prima di proseguire il tour elettorale con le tappe di Aversa e Mondragone.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico