Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Rifiuti, Schiavone: “I politici si diano da fare”

Vincenzo SchiavoneCASAL DI PRINCIPE. Vincenzo Schiavone, consigliere comunale e segretario cittadino del Partito del Sud interviene sulla nuova emergenza rifiuti.

“Ogni giorno, come tutti i cittadini, esco di casa e passo per le strade di Casal di Principe, ho la possibilità di notare quali sono le sue effettive condizioni. Negli ultimi giorni l’intero paese si presenta letteralmente invaso dai rifiuti, in ogni strada, sia principale che secondaria, si possono vedere cumuli di rifiuti ammassati nelle vicinanze dei portoni delle nostre case.La cosa più grave è che queste scene di tipo ‘apocalittiche’ si ripetono in quasi tutti i Comuni della Provincia di Caserta e in qualche Comune della Provincia di Napoli.

La domanda che dobbiamo porci tutti quanti è: come è possibile che nel terzo millennio una provincia di uno stato europeo si sia ridotta in queste orrende condizioni ambientali? Stando a quanto riportato da tutti i quotidiani, le cause di questo ulteriore momento di crisi della raccolta dei rifiuti è da attribuire allo sciopero dei dipendenti del Consorzio di Bacino delle Province di Napoli e Caserta Articolazione Ce2; ma analizzando bene la situazione si può dire che effettivamente questi dipendenti hanno le loro ragioni.

Perché chiunque non vedendosi corrispondere lo stipendio per due mesi non potrebbe fare altro, come minimo, che scioperare, con la conseguenza dell’inevitabile disservizio e la nascita di gravi conseguenze per la salute pubblica. Sembrerebbe che il Consorzio deve corrispondere una somma complessiva pari a 4 milioni di euro di stipendi arretrati. Come si può arrivare a questo? Il consiglio di amministrazione del Consorzio che ha fatto fino ad oggi? Di chi sono le responsabilità? I politici cosa dicono, cosa fanno? È possibile che l’intera la classe politica della provincia di Caserta si azzuffi solo per la spartizione delle poltrone e non si interessi per la risoluzione di questo grave problema reale e tangibile che affligge tutta l’intera provincia?

Mi piace ricordare che nella provincia di Caserta sono stati rimossi tre sindaci per problemi relativi alla raccolta rifiuti, poi successivamente rimessi al loro posto dai Tribunali, in un momento in cui la raccolta rifiuti in un certo qual senso stava iniziando a funzionare in modo quasi regolare e ora cosa succederà? Chi dovrà risolvere questa emergenza? Arriverà un nuovo Sottosegretario? Le Istituzioni come potranno ovviare all’inconveniente creatosi? Sicuramente vi sono responsabilità aggravate da incapacità ed incompetenza dei funzionari addetti. Chi li ha nominati? Risponderanno delle loro responsabilità? O continueranno imperterriti a svolgere le loro funzioni, ben saldi sulle proprie poltrone, senza risolvere i problemi inerenti i rifiuti?

Credo che sia giunta l’ora, per noi cittadini, di impegnarci per la soluzione dei nostri problemi quotidiani e pertanto rivolgo a tutti i politici un invito a porre attenzione più ai problemi che alle poltrone”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico