Campania

Zinzi incontra il ministro Matteoli e il presidente del Pri La Malfa

 CASERTA. Mattinata di importanti impegni elettorali per il candidato alla Presidenza della Provincia di Caserta per la coalizione di centrodestra, On. Domenico Zinzi, che ha potuto affrontare alcuni dei temi più importanti della campagna elettorale.

Presso la sala consiliare del nuovo Municipio di Grazzanise, Zinzi ha incontrato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli. Con Zinzi e Matteoli anche il sindaco di Grazzanise Enrico Parente e il candidato al consiglio regionale per il Pdl Domenico Ventriglia. Naturalmente, al centro dell’incontro il tema relativo all’aeroporto di Grazzanise: “Dell’aeroporto se ne parla da diversi decenni. Io non voglio parlarne più, voglio vedere un cantiere aperto. Dal 2000, ovvero da quando è arrivato il centrosinistra al governo della Regione Campania, il progetto dell’aeroporto è stato accantonato. Nel caso dovessi essere eletto Presidente della Provincia – ha aggiunto Zinzi – un minuto dopo farei una telefonata al Ministro Matteoli per chiedergli un incontro, in compagnia di Caldoro, che sarà il nuovo Presidente della Regione, per discutere del rilancio delle infrastrutture in Provincia di Caserta”.

Per Zinzi, infatti, fondamentale non è solo la costruzione dell’aeroporto di Grazzanise, ma anche il rilancio dell’interporto Marcianise-Maddaloni: “L’interporto va ripreso, nell’ambito del rilancio di un sistema di intermodalità con le altre infrastrutture del territorio. Deve diventare un vero e proprio polmone per il porto di Napoli”. Precedentemente, presso la sede del comitato elettorale di via Roma, l’On. Domenico Zinzi aveva tenuto una conferenza stampa insieme al Presidente del Partito Repubblicano Italiano, Giorgio La Malfa, accompagnato dal dirigente regionale del partito Carmine Bevilacqua. “Con i Repubblicani – ha spiegato Zinzi – c’è sempre stato un ottimo rapporto. L’alleanza di centrodestra in Provincia di Caserta e in Regione Campania è un’alleanza storica, cementata da 15 anni di lavoro insieme, sia al Governo che all’opposizione. L’appuntamento di ieri a Napoli, dove ho incontrato il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi assieme all’intera dirigenza del Pdl, ha costituito un segnale forte di compattezza della coalizione, una risposta a chi ancora cerca di mettere in dubbio la coesione del centrodestra. Abbiamo messo a tacere i pettegolezzi della sinistra”.

Zinzi, poi, ha illustrato le priorità del suo programma: “Il punto di partenza è garantire la sicurezza del territorio. Senza questo presupposto fondamentale, non è possibile attrarre investimenti. Inoltre, va assicurato il sostegno alle pmi, vero cuore pulsante della nostra economia, affrontando con serietà la questione dell’accesso al credito per le imprese e adottando sistemi di fiscalità di vantaggio, come già realizzato con le zone franche a Mondragone, per le diverse aree della Provincia di Caserta”. L’ultima considerazione dell’On. Domenico Zinzi ha riguardato la necessità di risvegliare l’orgoglio dei casertani: “Per troppi anni il Pd di Bassolino ha considerato la Provincia di Caserta come la periferia di Napoli, scaricando su di noi tutte le negatività della Regione. E’ ora di risalire la china, rendendo la nostra terra competitiva con le altre realtà campane e nazionali”. “Ho un ottimo rapporto – ha spiegato il Presidente del Pri, Giorgio La Malfa – con l’amico Zinzi, che ho avuto modo di apprezzare nel corso dell’esperienza parlamentare. Nel Sud c’è un legame molto profondo tra sicurezza, legalità e sviluppo economico. Mimì Zinzi è una persona pulita, che farà bene in quanto ha a cuore le sorti di questa terra”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico