Aversa

“Il Basilisco” chiede lo status di Centro commerciale naturale

Vittorio Scaringia AVERSA. È stata presentata ufficialmente al Comune di Aversa la domanda con la relativa documentazione per il riconoscimento del consorzio “Il Basilisco, Borgo Commerciale Normanno” quale Centro Commerciale Naturale, …

… che si posizionerebbe tra i primi in Campania. “Ho preso un impegno con i miei colleghi e con la mia città e l’ho mantenuto. – commenta il presidente del consorzio, Vittorio Scaringia (nella foto) – Ora il centro storico di Aversa è nelle mani dell’amministrazione comunale. Abbiamo completato il progetto al quale io e i miei consulenti abbiamo lavorato per circa nove mesi. Eravamo pronti già da tempo ma i diversi tentativi di unificazione con l’altro consorzio presente in città ci hanno costretto a rimandare determinati passaggi formali e quindi a ridurci all’ultimo momento. Dopo il riconoscimento, che si spera arrivi in tempi brevissimi, ci appresteremo ad allargare l’area di intervento accogliendo all’interno del nostro consorzio gli operatori delle altre strade della città, in modo da riavviare il meccanismo commerciale di Aversa”.

“L’attuale situazione dei rifiuti – aggiunge Scaringia – ci mortifica ulteriormente: strade invase da immondizia e un’aria irrespirabile ci stanno danneggiando enormemente in un momento così delicato e difficile e, cosa ancor più grave, nel totale silenzio degli altri sindacati di categoria. L’augurio è che l’amministrazione comunale si mostri giudiziosa e collaborativa, ponendo fine a questo scempio e accordandoci un riconoscimento in tempi brevi, visto che per accedere a questo primo bando per ottenere i contributi regionali abbiamo ancora poco tempo: scade il 22 marzo Ora chi ci amministra ha la possibilità di dimostrare con i fatti quanto tiene a cuore il centro storico e i commercianti di Aversa”.

Sotto l’aspetto progettuale Il Basilisco mira – con il supporto istituzionale dell’associazione di categoria Unimpresa – a riconquistare gli aversani e gli abitanti dell’Agro che adesso vanno a Napoli e a Caserta a fare spese o nei centri commerciali, visto che in 20 chilometri c’è la più alta concentrazione europea di tali strutture. Prevede diversi servizi: Carta del consumatore, info point, wi fi gratuito per consorziati e clienti registrati, Carta Fedeltà, Baby Parking, un portale web per vedere i punti accumulati e i premi o gli sconti a cui si ha diritto, e un avanzato sistema di gestione del cliente a disposizione dei consorziati per poter analizzare i dati statistici sulle vendite per profilo cliente e adottare le conseguenti strategie. È stata curata anche l’immagine e la riconoscibilità del Centro – accessi all’area, totem segnaletici, cartelloni, luminarie, campagne pubblicitarie – per rivalutare l’immagine dell’area, e iniziative di intrattenimento: appuntamenti mensili come il Farmer’s Market e il mercatino dell’Artigianato, eventi ad hoc e integrati, quattro grandi Kermesse all’anno, con la collaborazione delle associazioni partner, e animazione di diverso tipo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico