Aversa

Fresco di Stampa, numero sulle elezioni. Dvd di Libera in omaggio

 AVERSA. E’ in edicola, da giovedì 11 marzoil nuovo numero del magazine di Terra di Lavoro e Napoli Nord “Fresco di Stampa”.

Questo mese il giornale esce con qualche giorno di ritardo rispetto alla data consueta in cui è regolarmente nelle edicole. Le “indecisioni” della politica sulle scelte delle candidature per le elezioni di fine marzo hanno costretto i redattori ad attendere il giorno di chiusura della presentazione delle liste, facendo, inevitabilmente, slittare l’uscita del giornale.

Il primo piano è interamente dedicato alla tornata elettorale di fine marzo. In copertina, l’elaborazione grafica di Marco Gravina riprende un noto fermo immagine di Totò, quello con il megafono nel film di Sergio Corbucci: Gli onorevoli. La foto, “obamizzata” fa da sfondo all’inevitabile titolo: “Vota Antonio, vota Antonio!”. Lo speciale elezioni si sofferma, in particolare, sui candidati presidenti alla Regione Campania e alla Provincia di Caserta, con delle interviste singole. A completamento del servizio, “Fresco di Stampa” racconta il “dietro le quinte”, commentando le scelte delle coalizioni e le “faide” ancora in atto all’interno dei diversi schieramenti in campo.

Anche il prossimo mese “Fresco di Stampa” sarà in edicola con una settimana di ritardo. Le elezioni si terranno il 28 e 29 marzo e la redazione attenderà i risultati per produrre la necessaria analisi post-elettorale e per riportare gli eletti alla Regione, alla Provincia e ai vari consigli comunali interessati al voto.

Con il numero di marzo del magazine si concretizzano, comunque, altre novità annunciate nei mesi scorsi. La prima riguarda la foliazione, con il passaggio dalle 68, alle 72 pagine, facendo un ulteriore sforzo economico. Gli editori della Target Comunicazione hanno deciso, seppure i costi siano sensibilmente aumentati, di mantenere il prezzo di copertina a 1 euro. L’idea è quella di venire incontro alle esigenze dei lettori, mantenendo, ancora per un po’, un costo divenuto, ormai, irrisorio per la crescita del magazine.

La “chicca” di questo numero di marzo del magazine è, in ogni caso, il Dvd di Libera Caserta sui beni confiscati, che troverete in omaggio con la rivista. L’associazione di don Luigi Ciotti ha prodotto un lavoro straordinario in questi anni sul territorio di Terra di Lavoro, battendosi per la confisca degli immobili di proprietà dei boss della camorra locale e, soprattutto, per il loro riutilizzo a fini sociali. E adesso questo lavoro è filmato in un Dvd.

“Fresco di Stampa”, da sempre vicino a queste realtà che, con il loro operare volontario e senza fini di lucro, danno dignità e lustro a un territorio martoriato dalla criminalità organizzata e dalla cattiva amministrazione, sostiene l’importante iniziativa. Gli altri argomenti del mese sono: il reportage sull’immigrazione, un approfondimento sulla Rosarno della Campania e l’intervista esclusiva al noto personaggio televisivo Idris Sanneh.

Altre interviste di rilievo sono quelle a Mario Segni sul passaggio dalla Prima alla Seconda Repubblica e all’ex senatore e Pm antimafia, Giuseppe Ayala, che pone l’accento sull’importanza dei pentiti nella lotta alla criminalità organizzata. Con questo numero di marzo vengono inaugurate due nuove rubriche: Il bue e l’asino del giornalista del Corriere del Mezzogiorno Vito Faenza e Saperi & Sapori della sommelier Michela Guadagno.

Dopo la sezione del giornale dedicata alle diverse aree di Terra di Lavoro e Napoli Nord, dall’Agro aversano, al maddalonese, da Caserta alle città all’Alto casertano e da Giugliano, a S. Antimo, Villaricca, Melito e Qualiano, spazio è dato alla musica, alla cultura e allo sport. In chiusura, la consueta rubrica della giovane scrittrice casertana, vincitrice del premio Calvino 2007 con i racconti “Dai un bacio a chi vuoi tu”, Giusi Marchetta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico