Sant’Arpino

Udeur, tutti uniti per Zullo e Brancaccio

Aldo ZulloAngelo BrancaccioSANT’ARPINO. Dopo aver percorso distinte strade, le due anime dei Popolari-Udeur di Sant’Arpino si incontrano e si fondono in un gruppo unico.

Un lungo e certosino lavoro politico ha portato a questa importante sintesi che non mancherà di produrre effetti positivi sia sul piano locale che provinciale e regionale. Da un lato vi era il gruppo civico che fa capo al presidente del consiglio Antonio Guarino e all’assessore Elpidio Iorio, dall’altro il gruppo che fa capo all’assessore Aldo Zullo. Entrambi oggi compongono il gruppo unico dei Popolari-Udeur.

La notizia è stata resa nota dal segretario sezionale, Elpidio Perrotta, che ha sottolineato: “Questo riunirsi in maniera ufficiale sotto un’unica egida politica, ci rende sicuramente più forti ma ci carica anche di grandi responsabilità. Con i nostri rappresentanti in consiglio e in giunta siamo tra i protagonisti di una nuova stagione di governo locale che vogliamo sia caratterizzata sempre più dal nostro contributo politico di idee e valori. Un compito impegnativo a cui non intendiamo affatto sottrarci e riteniamo che, dopo l’unità sezionale, la costituzione nell’ambito della maggioranza di un gruppo autonomo in consiglio comunale, con proprio capogruppo, potrà essere la strada per contribuire ad incidere in positivo e in profondità il tessuto politico e sociale della nostre terra. E’ chiaro che tale scelta è il frutto di una evoluzione politica e non ha motivazioni amministrative. Per cui si respingono prima ancora che nascano strumentalizzazioni di sorta. Nel contempo si ringrazia Ernesto Capasso che da capogruppo unico ha svolto un importante lavoro e che ovviamente capirà le ragioni della nostra scelta che non minano affatto la correttezza e la qualità della sua azione fin qui portata avanti”.

“La storia e le capacità politico-amministrativa delle persone – aggiunge il segretario Perrotta – che rappresentano il nostro partito in amministrazione sono una garanzia sulla possibilità di successo delle nostre prospettive politiche e di conseguenza del programma di governo che abbiamo condiviso con le altre forze politiche e sulla cui attuazione siamo quotidianamente molto impegnati”.

In questi ultimi anni la sezione del “Campanile” santarpinese ha consolidato il rapporto con la gente e con la realtà territoriale. “Il nostro discreto lavoro – prosegue il segretario cittadino del comune atellano – e le tematiche scritte nel dna del nostro partito, quali la famiglia, la sicurezza e il rilancio di un centro moderato, stanno suscitando l’interesse, l’avvicinamento e l’adesione al nostro progetto politico di tanti nostri concittadini. Nei prossimi giorni ufficializzeremo alcune di queste importanti adesioni che essendo ancora in fase di “perfezionamento” teniamo gelosamente riservate”.

Un’ultima riflessione, ma non per importanza, il segretario Perrotta la riserva al prossimo turno elettorale: “La nostra presenza da protagonisti nel “Campanile” ci ha portati al riconoscimento del buon lavoro che da anni svolge uno di noi, mi riferisco ad Aldo Zullo che è stato candidato alla regione. Non solo. Il nostro collegio provinciale esprime la massima carica in Terra di Lavoro dell’Udeur ovvero Angelo Brancaccio a cui va il merito di aver in pochi mesi riorganizzato e rilanciato concretamente il partito nella nostra provincia. E’ inutile dunque sottolineare che su questi due versanti il nostro impegno sarà forte e non risparmierà alcuna energia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico