Sant’Arpino

I Giovani Democratici santarpinesi scendono in piazza

 SANT’ARPINO. Domenica, in piazza e per le strade di Sant’Arpino, sono scesi i ragazzi del circolo locale dei Giovani Democratici.

Spinti dall’impegno e dalla maturanda passione politica che li unisce, hanno discusso le loro idee con tutti coloro che erano disposti ad ascoltarli, condividendo con i cittadini speranze e preoccupazioni. L’iniziativa ha impegnato i Gd in una dura critica nei confronti dell’operato del governo Berlusconi su tematiche quali le risorse energetiche e il ritorno al nucleare, il lavoro, la scuola e la lotta alle mafie. In particolare, su quest’ultimo tema i Gd hanno manifestato tutta la loro preoccupazione in merito al disegno di legge cosiddetto “anti-pentiti” che se approvato dal parlamento renderebbe quasi inutilizzabili le dichiarazioni dei pentiti nei processi di mafia. Ma i Gd santarpinesi, uniti a tutti i circoli delle provincia di Caserta, hanno lanciato anche le 11 giovani proposte da inserire nel programma del candidato di centrosinistra alla presidenza della provincia di Caserta.

“Sino ad ora — ha dichiarato il segretario del circolo Domenico Tinto — tutta l’attività politica provinciale, sia nel centrodestra che nel centrosinistra, si è concentrata su nomi e alleanze piuttosto che sulle idee e i programmi alla base della campagna elettorale.Questo è inaccettabile perché alimenta il disinteresse dei cittadini nei confronti della politica e di chi la fa. Il circolo dei Gd di Sant’Arpino non era neanche nato eppure già qualcuno tentava di strumentalizzarlo, questo è un comportamento deleterio ed irresponsabile al quale noi rispondiamo con i fatti. Dobbiamo cercare il dialogo con le forze politiche di centrosinistra, ma soprattutto con tutta la cittadinanza per dare la migliore risposta ai problemi che affliggono il nostro territorio e che spesso portano via persino la voglia di sperare in un futuro migliore. Questa è la politica che ci piace. Le polemiche non ci interessano, quelle le lasciamo ai politicanti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico