Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Il ‘Quercia’ celebra 50° anniversario della morte di Adriano Olivetti

da sin. Marotta e TartaglioneMARCIANISE. Celebrato con un convegno nel Liceo “Quercia” di Marcianise il 50° anniversario della morte di Adriano Olivetti.

La manifestazione, unica nel sud Italia, avvenuta in concomitanza con le più blasonate città del Nord Italia, è stata organizzata dalla Federazione Maestri del Lavoro d’Italia in sinergia con il preside dell’Istituto Diamante Marotta. A portare il saluti alla numerosa platea composta da docenti, studenti e insigniti, nonché da una rappresentanza di lavoratori della ex Olivetti di Marcianise e dall’ex direttore della 3M Italia mdl Donato Pasquariello,è stato il sindaco Antonio Tartaglione, che elogiato gli organizzatori dell’incontro del lavoro finalizzato a rafforzare la memoria storica di una collettività che sta facendo grandi sforzi per riscattarsi. L’incontro è stato l’esposizione di un modulo didattico, messo a punto dal neo Centro Studi e Alta Formazione dei Maestri del Lavoro, di cui è responsabile Mauro Nemesio Rossi e ne fanno parte le docenti Giovanna Anziano e Marisa Mattiello.

Un percorso rapido sulla vita di Adriano Olivetti e di come intendeva utopisticamente la fabbrica, visto attraverso rappresentazioni teatrali ed interviste fatte a suoi più stretti collaboratori, per passare all’industrializzazione di Marcianise e la costruzione di un moderno stabilimento nell’attuale zona industriale, sede un tempo di coltivazione agricole in zone paludose. Una fabbrica che fu sottratta alla vicina Salerno, grazie ai buoni auspici dell’allora Ministro Giacinto Bosco.

Tra i filmati presentati il primo insediamento nella zona dell’istallazione di una antenna radio da 100 kilowatt del lontano 1948 su un terreno concesso da Benedetto Croce. Humanitas nel lavoro e diritto al lavoro ed attuazione dei principi costituzionali sono stati gli argomenti affrontati dalla professoressa Anzianoe dalla professoressa Mattielo. La prima ha analizzato il libro “la condizione operaia”di Simone Weil, la scrittrice ebrea ,allieva di Adorno che ad un certo punto della sua breve vita decise di affrontare, comeoperaia, le linee di montaggio. Una frustrazione rivista da Ottiero Ottieri nel suo best seller “Donnarumma all’assalto” che racconta i risvolti psicologici e la responsabilità sociale di un selezionatore di operai da immettere sulle linee di montaggio. Su quest’ultimo argomento la Mattiello ha letto i principi salienti della Costituzione relativi al lavoro, sottolineando come Adriano Olivetti sia stato, forse,l’unico imprenditore a sforzarsi per realizzarli. Il modulo sarà presentato in altre Scuole superiori della Provincia a cura della Federazione Maestri del Lavoro D’Italia.

Al sindaco di Marcianise è stata consegnata la bozza di un progetto, per realizzare nella sua città un museo Olivetti, in parallelo con quello che si sta facendo ad Ivrea.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico