Italia

Bertolaso: “Resto al mio posto”. E annuncia: “Articolo su Spa eliminato”

Guido Bertolaso ROMA. Dinanzi alla commissione Ambiente della Camera, per presentare le modifiche decise dal governo sul contestato decreto sulla trasformazione in Spa della Protezione Civile, Guido Bertolaso annuncia di voler accogliere l’invito di Berlusconi a non dimettersi nonostante il suo coinvolgimento nell’inchiesta sul G8.

“Guido Bertolaso per il momento è dimissionario, ma visto che il governo gli ha respinto le dimissioni, continua a fare il suo mestiere e il suo dovere. Dopodiché domani vedremo”, ha detto Bertolaso, che poiha spiegato in commissione che l’articolo 16 del decreto legge che prevede la trasformazione in spa della Protezione Civile verrà “espunto”.

L’opposizione però non è soddisfatta e chiede di sospendere i lavori, in attesa di vedere l’emendamento con le modifiche sull’articolo 16. “Bertolaso ha detto che la norma Protezione civile sarà tolta ma che rimangono due commi, ad esempio quello collegato all’utilizzo della flotta aerea. – spiegano Ermete Realacci e Roberto Zaccaria – Inoltre non è chiaro se ci sarà un emendamento del relatore o del governo. Quindi abbiamo chiesto di sospendere la seduta perché vogliamo vedere le carte”. Per Dario Franceschini, presidente dei deputati Pd, “lo stralcio della spa è una vittoria dell’opposizione, ma non è sufficiente. Nel decreto permangono problemi di costituzionalità e di merito. Ho sentito gli altri gruppi dell’opposizione e siamo pronti a ridurre drasticamente il numero degli emendamenti, purché vengano portati al confronto e al voto in aula. Di fronte a questa proposta il maxiemendamento e la fiducia sarebbero semplicemente uno strumento per tenere insieme una maggioranza a pezzi”. Il segretario Pier Luigi Bersani plaude invece alla decisione del governo: “Non possiamo allestire per la Protezione civile una soluzione di una società che è un colpo allo Stato e un colpo al mercato, insomma un pasticcio. Se il governo ritira quella norma fa solo il suo dovere e per noi questo è molto importante”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico