Gricignano

Pdl, Pasquale Barbato riparte dal web

Pasquale BarbatoGRICIGNANO. La storia della destra gricignanese diventa protagonista sulla Rete.

Pasquale Barbato, dirigente cittadino e componente del comitato provinciale del Pdl, in vista dei prossimi importanti appuntamenti elettorali, delle regionali e provinciali, che lo vedranno impegnato in prima persona in tutto l’agro aversano, ha attuato un “restyling” del proprio sito web, raggiungibile all’indirizzo www.pasqualebarbato.blogspot.com.

58 anni, sposato con tre figli, Barbato inizia la sua carriera politica da giovanissimo, militando tra le fila del glorioso Movimento Sociale Italiano. Negli anni ’80 viene chiamato a far parte dell’esecutivo provinciale del partito finché riceve l’incarico di vicesegretario, sotto la gestione del professor Michele Falcone. Sono anni di dure battaglie, tra le fila del partito guidato da un Signore, con la “S” maiuscola, di nome GiorgioAlmirante, soprattutto contro i pregiudizi e lo strapotere della Dc. Grandi anche le soddisfazioni, con la venuta a Gricignano dello stesso Almirante e del suo allora “delfino” Gianfranco Fini. A Fiuggi, nel 1995, la svolta:l’Msi si scioglie e Barbato partecipa alla fondazione di Alleanza Nazionale di cui diviene subito componente dell’esecutivo provinciale. Dal giugno 1998 al luglio 2004 ricopre l’incarico di segretario amministrativo di Alleanza Nazionale a Caserta. Nel 2001 è eletto consigliere comunale a Gricignano e ricopre l’incarico di assessore, con deleghe all’ambiente, alle finanze, al personale e alla pubblica istruzione. Il resto è storia recente, con la nuova avventura targata Pdl.

“Viviamo in un momento di grande transizione e le sfide che nell’immediato futuro ci attendono, per guidare i grandi processi di cambiamento in atto, devono necessariamente essere affrontate con capacità e soprattutto passione”, afferma Barbato. “Per quel che mi riguarda, – continua – in ogni incarico ricevuto in questi anni, ho sempre profuso il massimo impegno, coraggio e dedizione indirizzando ogni azione politica in difesa e a tutela specialmente dei ceti più deboli, perché più esposti”. E, inaugurando il nuovo spazio web, con l’augurio che questa sia la sede tanto di un viaggio coraggioso quanto di una grandiosa avventura nell’infinito mare in tempesta del dibattito politico, aldilà degli individualismi, si aspetta “che questo nuovo e moderno strumento di comunicazione venga utilizzato per dare quel contributo intellettuale necessario al coinvolgimento e alla partecipazione attiva di tutti quelli che lo desiderano alla vita politica e culturale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico