Matese

Il talento matesino Andrea De Balsi presenta il primo disco

Andrea De Balsi SANT’ANGELO D’ALIFE. Non è mai troppo tardi per fare scelte importanti, realizzare un progetto personale e, perché no, un lavoro discografico.

A pensarla così il giovanissimo cantautore di Sant’Angelo d’Alife Andrea De Balsi che, sabato 27 febbraio alle 18 presso la sala Minerva dell’associazione storica del Medio Volturno di Piedimonte Matese presieduta dal conterraneo Pasquale Simonelli, presenterà il suo primo disco dal titolo, appunto, “Tardi”. Un album musicale composto da dodici tracce maturate durante il periodo adolescenziale ed universitario, 12 canzoni che rappresentano la sintesi della formazione e della sensibilità culturale e musicale del poliedrico artista matesino resa però sempre attuale grazie ai continui aggiornamenti ed una rielaborazione dei testi e degli arrangiamenti. Tra i brani che meritano una particolare attenzione.

“Sonia non ti sposare” immortala, in un ritmo festoso da orchestrina, il passaggio dall’adolescenza all’età matura, la consapevolezza di non essere più bambino e al contempo di voler restare tale. “Samba d’ ‘o saurimientu” testimonia, invece, la forte influenza della musica brasiliana, rielaborata nel testo di Andrea con effetti umoristici. Il duttile dialetto campano, presente in quasi tutte le canzoni, i ritmi latini e un’ironia costante che sfocia a volte in comicità sono i fili conduttori della raccolta, che appare quindi omogenea, nonostante, o proprio in conseguenza, della lunga gestazione.

“Tardi” è una sorta di auto-ritratto del cantante-autore: un musicista versatile, Andrea De Balsi che ha saputo unire alla sua formazione accademica (si è laureato al Dams di Bologna e ha conseguito il diploma di fagotto al conservatorio di Bologna) ad una persistente e versatile attività artistica. Non dimentichiamo che è stato autore di canzoni che hanno cantato altri interpreti, ha avuto esperienze nei panni di direttore artistico e ha fatto parte di gruppo come chitarrista e corista.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico