Carinaro

L’opposizione attacca l’amministrazione Masi: “Incapaci”

Mimmo D'AgostinoCARINARO. “I fatti ci danno ragione. Sono trascorsi nove mesi dall’insediamento della giunta Masi e continua l’agonia del nostro amato paese per l’incapacità degli amministratori a trovare soluzioni idonee ai numerosi problemi, che gravano sulle spalle dei cittadini di Carinaro”.

Lo afferma il gruppo consiliare di opposizione “Rinascita per Carinaro”, guidato dal dottor Mimmo D’Agostino. Proprio l’ex candidato sindaco sottolinea: “Lo avevamo detto durante la campagna elettorale che Masi & company, una volta eletti, non avrebbero pensato al bene della collettività, ma avrebbero continuato ad anteporre gli interessi di parte a quelli dei cittadini. La politica deve essere un servizio reso alla collettività e non uno strumento per conseguire tornaconto personale, agevolazioni o vantaggi per parenti ed amici”.

Per l’opposizione “il sindaco Mario Masi e altri amministratori, accecati dal piacere di occupare le comode poltrone, non si rendono conto che Carinaro sta precipitando giorno dopo giorno nel baratro del degrado ambientale, sociale e culturale. L’amministrazione comunale vive in uno stato confusionale e perciò non dà risposta ai problemi, che creano disagio enorme e sofferenza per i cittadini”.

Come esempio vengono citati, per l’ennesima volta, gli interminabili lavori in piazza Trieste (“E’ una vera e propria vergogna”, accusano i consiglieri), oltre al Piano Urbanistico Comunale e al Piano Insediamenti Produttivi, bloccati da mesi, al cimitero e alla stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili.

Una fase di stallo che, secondo il gruppo guidato da D’Agostino, è frutto di “contrasti e lotte all’interno della maggioranza, che però non possono impedire la crescita e lo sviluppo di Carinaro. Occorrono scelte veloci, oculate e disinteressate, altrimenti la vita dei carinaresi sarà mortificata, in considerazione anche di una crisi, che taglia enormemente il potere di acquisto della gente”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico