Sant’Arpino

Condono edilizio, proroga per le richieste

 SANT’ARPINO. Prorogato al prossimo 30 giugno il termine per la presentazione dei modelli di autocertificazioni ed autodichiarazioni per la definizione di tutte le domande di condono edilizio, …

… presentate ai sensi delle leggi n. 47 1985, n. 724 del 1994 e n. 326 del 2003 e Legge Regionale n. 10 del 2004. Una procedura innovativa, dal 2008 introdotta nella cittadina atellana, precisamente appena dopo l’insediamento dell’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Eugenio Di Santo su proposta dell’assessore ai lavori pubblici e urbanistica Elpidio Iorio. E sono proprio questi ultimi due amministratori ad ufficializzare l’approvazione in giunta del provvedimento che allunga di alcuni mesi la possibilità per i cittadini di definire con le procedure semplificate le loro istanze di condono, presentate negli anni passati.

“La nuova proroga – spiegano il sindaco Di Santo e l’assessore Iorio – dà la possibilità ai nostri concittadini, che per svariate ragioni (non ultima la crisi economico – finanziaria che sta investendo molto famiglie) non sono riusciti a presentare la documentazione necessaria al rilascio del condono, di recuperare un po’ di tempo utile ad ottemperare le prescrizioni previste dalle nuove procedure”.

Un provvedimento che è stato sollecitato anche da cittadini, tecnici e operatori del settore che sin dalla introduzione di questo iter “semplificato” hanno mostrato pieno apprezzamento per l’iniziativa la cui priorità è quella di definire in tempi brevi e certi le centinaia e centinaia di istanze di condono presentate alcuni anni fa dai cittadini santarpinesi e non ancora evase.

“I risultati non si sono fatti attendere – aggiungono Di Santo e Iorio – se si considera che al 31 dicembre scorso, circa il 50 % degli aventi diritto ha presentato la documentazione semplificata e già una buona percentuale è stata definita positivamente azzerando in tal modo una lungaggine burocratica che si protraeva da anni”.

“Un buon risultato – proseguono Iorio e Di Santo – anche sotto l’aspetto delle entrate per l’ente se si considera che l’ufficio urbanistica per lo svolgimento delle diverse pratiche di propria competenze ha fatto incassare nel 2009 circa 600 mila euro, di cui circa la metà per le pratiche di condono. Un risultato di non trascurabile valore che premia la nostra scelta e l’ottimo lavoro che l’ufficio quotidianamente svolge.A tal proposito ci sia consentito di ringraziare pubblicamente l’architetto Filippo Frippa, responsabile del servizio, e i suoi collaboratori nelle persone di Giacomo Belardo, Alfredo Dell’Aversana e Luigi De Martino”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico