Sant’Arpino

Capodanno, Protezione Civile recupera botti inesplosi

Gianluca Fioratti SANT’ARPINO. Anche quest’anno, nella mattina del 1 gennaio, la Protezione Civile ha recuperato i botti inesplosi dei festeggiamenti di Capodanno.

I volontari hanno liberato le strade del paese dai botti inesplosi attraverso una ricognizione del territorio dando, ancora una volta, prova di grande volontà e collaborazione.

“In questo periodo dell’anno, purtroppo – ha dichiarato l’assessore Gianluca Fioratti – la cronaca riporta sempre notizie di incidenti, anche mortali, causati sia dai botti illegali sia da quelli inesplosi che restano abbandonati per giorni per le strade senza che nessuno si preoccupi di recuperarli. Voglio ricordare, infatti, che il rischio di incidenti è altissimo dopo il 31 dicembre, visti i veri e propri ordigni inesplosi che vengono rinvenuti per strada da ragazzi che li raccolgono inconsapevoli del grosso rischio che corrono. Molti di quei botti, infatti, avrebbero potuto esplodere causando conseguenze irreparabili e rivelandosi estremamente pericolosi. La nostra amministrazione ha fatto sì, invece, che sia lo scorso anno che questo capodanno ciò non avvenisse. Grazie all’impegno e all’ abnegazione dei volontari della Protezione Civile è stato possibile liberare le strade del nostro paese già il 1 gennaio nonostante fosse un giorno di festa per tutti. Il mio plauso va, dunque, al coordinatore Mario Cinquegrana e a tutti i volontari per l’impegno che hanno dimostrato anche in questa occasione. La loro collaborazione – ha concluso Fioratti – ha permesso di ripulire la strade dai botti inesplosi e, soprattutto, di evitare incidenti che avrebbero potuto avere gravi conseguenze. La professionalità e lo spirito di sacrificio dei nostri volontari ha garantito, ancora una volta, l’incolumità dei nostri cittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Benevento, tenta di suicidarsi con mix di alcol e farmaci: salvata dalla Polizia - https://t.co/VBzgo41Xhr

Lampedusa, migrante morto dopo naufragio: arrestati due scafisti - https://t.co/cg0PIYEd6c

Marano, sequestrata villa a prestanome del clan Polverino - https://t.co/2QEKgPchcq

Campania, pressioni su nomina Asl: condannato Paolo Romano, ex presidente Consiglio Regionale - https://t.co/eMMMsoYqCs

Condividi con un amico