Gricignano

L’opposizione: “Giù le mani dall’ufficio tecnico”

 GRICIGNANO. “E’ ormai da mesi che l’ufficio tecnico urbanistico è allo sbando”. Lo affermano i consiglieri di opposizione Giuseppe Barbato, Andrea D’Angelo, Luigi Diretto e Antimo Verde.

“Sia i cittadini che i tecnici di Gricignano, – continuano in una nota tradotta anche in manifesto pubblico – volendo colloquiare con il ‘Responsabile dell’ufficio tecnico’, si ritrovano sempre di fronte ad una porta chiusa. Però è una porta chiusa non per tutti. Verrebbe quasi da parafrasare una porta aperta solo ai cosiddetti ‘pochi intimi’. Il responsabile titolare dell’ufficio tecnico è ormai in perenne malattia da qualche mese. Ovviamente noi gli facciamo gli auguri di una pronta guarigione. Stranamente, però, ammalatosi solo dopo che è stato effettuata la perquisizione negli uffici del Comune ed è stato emesso l’avviso di garanzia al sindaco da parte delle competenti autorità. I ‘soliti intimi’ ci fanno sapere che il nuovo incaricato, o meglio il ‘vecchio’ volto dell’ufficio degli anni della nascita della Us Navy, è troppo impegnato e che più di tanto non può fare. Da ciò ne scaturisce una situazione assolutamente insostenibile sia per i cittadini che aspettano anni per un permesso a costruire, sia per i tecnici che sono costretti a lunghe file regolate strumentalmente. Si, proprio così. Strumentalmente, e per fini ‘utilitaristici’, qualche amministratore che ha caldeggiato la nomina del nuovo responsabile dell’ufficio tecnico ne gestisce i colloqui, e non solo. A sentire le lamentele dei tecnici di Gricignano, sembra che ci sia anche un impegno diretto nelle istruttorie delle pratiche stesse, cosa che, se si rivelasse vera, sarebbe assolutamente grave oltreché illegale e contro la privacy. Provate a recarvi presso l’ufficio tecnico e controllate. Magicamente verificherete che ciò che ‘lamentiamo’ è purtroppo vero”.

“Si è ritornati indietro di venti anni, – continuano i quattro esponenti dell’opposizione – ai tempi in cui la politica aveva la gestione diretta nell’operato degli uffici, anche se ora con modalità diverse. Certo è che alcuni giorni fa c’è stata una petizione popolare firmata da molti tecnici di Gricignano che invocavano la nomina della commissione edilizia. Pur considerando che la stessa commissione riveste un ruolo marginale essendo solo consultiva, tuttavia la stessa commissione potrebbe dare una grossa mano accelerando l’istruttoria delle pratiche edilizie, ripristinando in questo modo un piano di ‘eguaglianza’ e di legalità che oggi è calpestato violentemente dall’operato dell’attuale maggioranza. Ovviamente quando scriviamo ‘maggioranza’ intendiamo sempre i ‘soliti intimi’”.

“Purtroppo – concludono – l’attuale anomala maggioranza è sorda ed arroccata sulle proprie posizioni tanto da dare la netta impressione di voler monopolizzare e strumentalizzare la situazione delle pratiche urbanistiche nel nostro comune, creando un disservizio, un imbuto dove si affollano tecnici e cittadini in attesa di un loro diritto che troppe volte si fa passare per un favore personale. Allora noi diciamo basta, giù le mani dall’ufficio tecnico, fuori gli amministratori dalla gestione delle pratiche edilizie, giù le mani dai diritti sacrosanti dei cittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico