Cesa

Provinciali, al via il toto-candidati nel collegio Cesa-Gricignano-Succivo

la sede della Provincia in corso TriesteCESA. Mancano poco più di due mesi alle elezioni provinciali ed è tempo di scelte per le candidature.

Ad oggi, a farla da padrone è l’indecisione che regna sovrana nel collegio Cesa-Gricignano-Succivo anche se non mancano le indiscrezioni sui papabili candidati.

In casa Pd, l’ipotesi più accredita è quella dell’ex sindaco Giuseppe Fiorillo che ha già alle spallel’incarico divicepresidente del consiglio provinciale, non portata a compimento a causa delle dimissioni del presidente Sandro De Franciscis. Un nome importante, quindi, quello del dottor Fiorillo se si tiene conto, oltre che della sua esperienza politica, anche del bacino di voti che detiene. Ed è stato proprio il suo nome a venir fuori dalla riunione intersezionale svoltasi martedì 12 dicembre nella sede del Pd cesano, alla quale hanno partecipato, oltre al segretario del Pd locale Gino Parisini e ai componenti del coordinamento cittadino, anche le delegazioni di Gricignano, con l’assessore Antonio Guida, l’avvocato Nicola Tessitore e il capogruppo consiliare Carmine Froncillo, e quella di Succivo, rappresentata da Sandro Balzano. Tuttavia, non è del tutto improbabile una candidatura del sindaco Vincenzo De Angelis, anch’egli del Pd, nonostante il diretto interessato continui a smentire questa ipotesi.

E mentre Cesa spinge per il suo candidato, Gricignano e Succivo prendono tempo almeno fino alla prossima riunione delle delegazione del collegio che si terrà a Succivo il prossimo 25 gennaio. Non è escluso, quindi, che possano arrivare proprio dai prossimi incontri delle nuove proposte per le candidature dagli altri due paesi del collegio, anche perché, stando alle ultime indiscrezioni, pare che il Partito Democratico abbia deciso di presentare almeno tre liste, di cui due saranno civiche. Si fanno sempre più insistenti le voci della candidatura di Andrea Lettieri, sindaco di Gricignano ed ex assessore provinciale ai lavori pubblici, dimessosi dal Pd nei mesi scorsi ma che il partito non vorrebbe perdere soprattutto per il suo notevole elettorato nella zona.I suoi voti, tuttavia, potrebberopassare anchein un altroschieramento, magari all’Udc, partito che da un po’ di tempo “corteggia” il primo cittadino gricignanese.

Stretto riserbo, invece, in casa Pdl dove non c’è ancora nulla di ufficiale anche se il nome più accreditato è quello dell’avvocato Stella Guarino, ex candidata a sindaco e consigliere comunale di opposizione. Se così fosse, la Guarino riceverebbe, come ha affermato il coordinatore del Pdl cesano Pino Sarpo, il completo appoggio da parte del popolo dei berlusconiani.

A chiudere il cerchio c’è l’Udc che proprio in questi giorni dovrebbe riunire le locali sezioni di Cesa, Gricignano e Succivo per decretare le candidature sotto il segno dello scudocrociato. La sezione cesana, coordinata dall’avvocato Anna Mele, si sta ritagliando il suo spazio ottenendo successi come alle ultime elezioni europee, ma resta con i piedi per terra e non preme per alcuna candidatura. Diversa, invece, la posizione degli altri due paesi del collegio con Gricignano che potrebbe optare per il nome del vicesindaco Giacomo Di Ronza, candidatura subordinata a quella del sindaco Lettieri, e con Succivo che sembra abbia intenzione di proporre il dottor Giacomo Iovinelli, consigliere comunale di opposizione.

Tutte ipotesi, almeno per ora, che potrebbero divenire tesi entro il 27 febbraio 2010, termine ultimo per la presentazione delle liste per le elezioni amministrative provinciali.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico