Sant’Arpino

Pd: “Grazie a noi ripulita la ‘Circumvallazione’ esterna”

 SANT’ARPINO. “E grazie alla nostra denuncia l’Amministrazione ha provveduto a far ripulire la ‘Circumvallazione’ dai cumuli di rifiuti che avevano invaso l’intero percorso della strada.

Prendiamo atto con soddisfazione, sottolineando come il tardivo intervento ha avuto, purtroppo, come conseguenza un ulteriore spreco di denaro pubblico”.

“La nostra iniziativa – afferma in una nota il Pd – dimostra anche l’utilità e la necessità di un’opposizione costruttiva che con la denuncia altro non fa che segnalare inefficienze e insufficienze di una Giunta, e in particolare di alcuni assessori come il vicesindaco Rodolfo Spanò e e l’assessore alla Cultura e alla Pubblica istruzione, Giuseppe Lettera. Una Giunta che naviga a vista e che fino ad oggi, e sono trascorsi quasi due anni dal suo insediamento, non ha prodotto uno straccio di programma e/o di progetto innovativo rispetto a tutte le tante promesse fatte in campagna elettorale”.

“Dalla gestione dei rifiuti alle politiche del personale, dal bilancio ai lavori pubblici, dalle politiche scolastiche a quella della viabilità e traffico, dal commercio allo sviluppo artigianale non si è ancora vista una iniziativa politicamente valida. Anzi, tutto quello che di valido si era avviato e programmato viene sistematicamente demolito. Un esempio per tutti le politiche scolastiche e culturali”.

“L’assessore alla Pubblica istruzione che da quando si è insediato ha tagliato tutti i fondi ed i servizi alle scuole. Addirittura per la carta igienica ed il materiale di cancelleria, le mamme si sono dovute autotassare. Le maestre della scuola materna dell’Istituto comprensivo hanno dipinte da sole le aule. Ogni attività extracurriculare sostenuta dal Comune è stata eliminata, non ridotta, ma letteralmente eliminata”.

“Per le manifestazioni pubbliche della scuola (vedi la giornata dell’infanzia dell’Unicef) non hanno fornito nemmeno un sostegno. Ma hanno speso fiumi di parole in comunicati stampa per fregiarsi di una manifestazione dove l’Amministrazione era una semplice invitata e non Ente Organizzatore e Promotore”.

“Vogliamo ricordare agli amici dell’Amministrazione comunale, che si fregiano di essere dalla parte dei bambini e che sostengono la politica dell’infanzia, solo alcune iniziative delle passate amministrazioni. Sia con Dell’Aversana che con Savoia, l’intero Consiglio Comunale era chiamato, in seduta aperta congiunta con il Consiglio Comunale dei Ragazzi, a celebrare la giornata del 20/11 ed a fare una relazione politico-programmatica sulla condizione dell’Infanzia a Sant’Arpino. Questo evento rappresentava uno degli elementi essenziali per considerare il Comune ‘amico dell’infanzia’. Ma, purtroppo dobbiamo constatare che tale iniziativa da voi è stata cancellata e questa Amministrazione ha solo strumentalizzata la politica dell’infanzia. Infatti gli unici progetti, ereditati e non certo promossi da loro, sono stati utilizzati a fini strumentali per operazioni di immagine del Sindaco e del Presidente del Co.D.I. Una figura non prevista dallo statuto, abusivamente utilizzata dal Capasso per fini elettoralistici”.

“Infine, che fine ha fatto la ludoteca comunale, ovvero la casa dei bambini? Ricordate la sede del Codi? Che fine ha fatto la biblioteca dei bambini? Come vedete, cari concittadini, questa è un’Amministrazione del tutto inutile e che in tutti i settori non ha prodotto alcuna novità concreta e ha addirittura peggiorato quelle che di buono era stato avviato e con sprechi di risorse pubbliche sui quali ritorneremo dettagliatamente”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico