San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Inaugurato il presepe nel Museo cittadino

 SAN NICOLA LA STRADA. Cresce ad ogni ora l’attesa per le feste natalizie. In giro già da più di due settimane si notano i segni di quella festività che per almeno un mese ci riempie i cuori di speranza.

E non c’è Natale senza presepe, anche se negli ultimi tempi molti sindaci per non indispettire le comunità islamiche presenti tendono ad eliminare da questa festività tutta cristiana proprio i segni del nostro essere cattolici. Non è questo il caso dell’Amministrazione comunale di San Nicola La Strada che, a partire dallo scorso 27 novembre, all’interno del Museo cittadino della Civiltà Contadina ha fatto costruire dai numerosi appassionati un bel presepio che è meta di quotidiane visite da parte della cittadinanza.

L’assurda sentenza europea che vieta l’esposizione del crocifisso in aula ha scosso tutte le coscienze e alimentato un sentimento quasi antieuropeo, considerato anche che nella Costituzione europea non è fatto alcun cenno alla nostra cristianità. Ora che si avvicina Natale la ferita torna nuovamente a sanguinare.

Fare il presepe a casa, a scuola, nei luoghi istituzionali, fa bene a tutti. Fare il presepe non impone a nessuno, adulto o bambino, di diventare cristiano. Il presepe è simbolo di amore e di accoglienza, segno di pace e di fratellanza universale. memoria del sorgere del cristianesimo, religione del nostro paese e fondamento dei valori universali propri di ogni essere umano: libertà, uguaglianza, solidarietà, pari dignità tra uomo e donna. Sono le basi su cui costruire una integrazione autentica, basata sul rispetto reciproco.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico