Gricignano

Minori a lezioni di danza e di difesa personale

Giuseppe Buonanno GRICIGNANO. Nell’ambito delle attività previste dalla Legge 328/2000, l’Ambito socio-sanitario C3, in collaborazione con il consorzio Kratos, …

… e di concerto con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Lettieri, offre ai minori delle opportunità di divertimento, diverse a seconda dell’età e delle esigenze personali.

Sono state promosse, infatti, per 15 bambini, due ore settimanali di danza, due ore settimanali di difesa personale e un’ora settimanale di teatro. Le lezioni si tengono presso l’Istituto “Lorenzo Di Ronza”, in via Aversa.

“L’iniziativa – spiega l’assessore alle politiche sociali Giuseppe Buonanno – si inquadra nell’ambito della settima annualità del Piano di zona dell’Ambito C3. I minori, nelle attività, sono guidati da maestri competenti sotto l’attenta sorveglianza di accompagnatori e animatori specializzati. Lo scopo – conclude l’esponente della giunta Lettieri – è quello di contribuire alla loro educazione attraverso il rispetto di se stessi, degli altri, dell’adulto e delle istituzioni”.

Altra recente iniziativa intrapresa dall’assessorato alle politiche sociali è il bando per il contributo di 400 euro destinato alle famiglie con almeno quattro figli. Il beneficio economico, che verrà erogato in un’unica soluzione, rientra nelle iniziative previste nell’ambito delle politiche della famiglia con decreto della Regione Campania con cui è stato assegnato all’Ambito C3 l’importo di 142.904,52 euro. Fino allo scorso 11 dicembre hanno potuto presentare richiesta i nuclei familiari con almeno quattro figli, compresi quelli in regime di affido familiare, pre-adottivo e a rischio giuridico, di età inferiore ai 25 anni, dando priorità ai nuclei in cui sono presenti figli minorenni. Il sostegno economico, per ciascun nucleo familiare beneficiario, verrà erogato come contributo integrativo delle spese sostenute e documentate per una o più attività/servizi tra cui: trasporto scolastico e altri trasporti pubblici; asili nido e/o altri servizi integrativi per la famiglia; prestazioni scolastiche (libri scolastici, mensa, ecc.); servizi e attività formative extrascolastiche, campi scuola, vacanze studio, ecc.; accesso a musei, teatri e altre attività culturali che si sviluppano nel territorio; iscrizione ad associazioni educativo-culturali e/o sportive (scout, società sportive, ecc.).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico