Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Real e Alba Casale: sport e speranza per il domani

 CASAL DI PRINCIPE. Duecento ragazzi impegnati quotidianamente nello sport. Duecento ragazzi di Casal di Principe che trascorrono i loro pomeriggi in allenamenti e in partite.

Duecento ragazzi che ogni giorno leggono e si leggono sulle magliette e sugli indumenti sportivi ‘Con lo sport si cresce nella legalità’. Questo lo slogan che campeggia sulle maglie dei settori baby, pulcini e ‘primi calci’ del Real Casale. I valori sfoggiati senza timore e senza paura. Un contributo alla formazione delle nuove generazioni di Casale. Dai 5 ai 12 anni senza assilli agonistici, ma soprattutto per divertimento, per mettere insieme i valori della lealtà, che si esplicita prima di tutto nel rispetto delle norme e delle regole.

Dunque, il campo di calcio diventa una palestra non solo sportiva, ma anche di vita. Calata nella realtà di Casal di Principe questa iniziativa acquisisce un valore ancora maggiore. Quella maglietta segna una volontà di cambiare rotta. Questo il messaggio dei dirigenti del Real Casale, tra cui, da anni, al di fuori e al di sopra di ogni scadenza elettorale, si impegna come presidente onorario Sebastiano Ferraro, affiancato da Teodoro Scalzone, Luigi Petrillo, Pietro Apicella, Luca Diana, Teo Panaro, tutti consiglieri comunali che hanno utilizzato per intero l’importo del loro gettone di presenza per rimpinguare le casse della società sportiva, che si fonda solo ed esclusivamente su sponsorizzazioni volontarie e su conferimenti pure volontari dei consiglieri.

Al fianco del Real Casale c’è l’Alba Casale, strettamente collegate. A differenza del Real, che si occupa esclusivamente di settore giovanile, l’Alba coinvolge ben 15 calciatori locali, cioè di Casal di Principe su 22 della rosa. Nella squadra gioca anche uno straniero: un giovane rumeno che lavora a Casale e che è perfettamente integrato nella squadra e nella comunità. L’Alba ha iniziato benissimo il suo campionato di Seconda Categoria, anche grazie alle capacità di mister Cavalieri, un altro ‘casalese doc’, e oggi occupa la seconda posizione, con fondate possibilità di vittoria. Ma qui l’aspetto sportivo, tutto sommato, è complementare rispetto al valore sociale dell’iniziative.

Sulle maglie dell’Alba Casale i ragazzi portano con orgoglio ogni domenica in giro per i campi delle province di Napoli e di Caserta la scritta: ‘Casalesi, è il nome di un popolo’. Uno slogan, una rivendicazione di dignità della Casale onesta, che è entrato a far parte anche del frequentatissimo mondo di facebook, dove, nei giorni scorsi, è nato un gruppo proprio contrassegnato da questa bella e incoraggiante frase.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico