Sant’Antimo

Casandrino, omicidio Iannicelli: scoperto il mandante

 CASANDRINO (Napoli). I carabinieri del comando provinciale di Benevento hanno notificato un’ordinanza di custodiacautelare a Domenico Morelli, 53 anni, già detenuto a Padova.

L’uomo, secondo il provvedimento emesso dal gip di Napoli, è considerato il mandante dell’omicidio di Gennaro Iannicelli,compiuto a Casandrino, in via D’Antonio, il 31 maggio del 1992. All’epoca la vittima aveva 25 anni e fu uccisa da due sicari, ritenuti vicini a Morelli.

E’ stato proprio uno dei killer, diventato collaboratore di giustizia, a rivelare ai carabinieri la verità sul delitto, maturato nell’ambito di una guerra tra clan di camorra del napoletano e di Sant’Antimo (Napoli), questi ultimi alleati con il clan Esposito di Solopaca (Benevento), al quale Morelli era contiguo. Al centro della sanguinosa faida c’era il controllo delle attività illecite sul territorio, in particolare le estorsioni. Proprio un’estorsione determinò l’uccisione di Iannicelli, il quale chiese il pizzo ad un imprenditore di Casandrino che però era vicino ad un clan di Sant’Antimo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico