Caiazzo - Castel Morrone - Piana di Monte Verna - Castel Campagnano - Ruviano

“Orto in condotta”, progetto di educazione alimentare

 CAIAZZO. Sarà firmato alle ore 16 di giovedì 10 dicembre a Palazzo Mazziotti di Caiazzo in occasione del Terra Madre Day il protocollo d’intesa fra l’Amministrazione Comunale, Slow Food e tutti gli istituti scolastici che consentirà alle scuole di aderire al progetto internazionale “Orto in condotta”.

A firmare l’accordo saranno il sindaco Stefano Giaquinto in rappresentanza dell’amministrazione, i dirigenti del Circolo Didattico “P. Delle Vigne”, della Scuola Media “A.A.Caiatino” e l’Isiss “N. Covelli” e i rappresentanti di Slow Food Nicola Sorbo (fiduciario) e Margherita Rizzuto (responsabile attività didattiche di Slow Food Volturno”. Saranno presenti, tra gli altri, il vicesindaco Tommaso Sgueglia, l’assessore alle Attività Produttive Antonio Di Sorbo, Maria Rosaria Iacono, consigliere nazionale di Città Nostra e Oreste Insero per il C.R.A. Unità di Ricerca per la Frutticoltura di Caserta.

Un progetto ambizioso dal nome evocativo, fra i cui obiettivi vi è quello di creare una rete nazionale di orti. La sua funzione è quella di fare avvicinare il più alto numero possibile di persone ad una corretta alimentazione, alla scelta delle materie prime, all’attenzione per la propria salute nonché all’educazione al gusto e alle sensazioni anche emotive che gli alimenti risvegliano o creano in noi. Si parte quindi dalla scuola dei più piccoli, cercando di educare i bambini a mangiare sano e bene, nel rispetto dell’ambiente che li circonda, aiutandoli a fare avvicinare le loro famiglie agli ortaggi ed ai frutti coltivati localmente, con metodi naturali. I ragazzi degli istituti superiori, invece potranno partecipare a percorsi di conoscenza del territorio indagando sulle tipicità in cucina.

“Abbiamo aderito all’iniziativa perché crediamo che essa sia molto valida. – precisa il sindaco Giaquinto – Educare i nostri giovani all’utilizzo dei cibi buoni e alla cucina nostrana è un nobile fine. Il progetto ha anche una rete italiana che comprende numerose scuole in tutta la penisola. Esse possono conoscersi e scambiare le loro esperienze”. Alla firma del protocollo e alla presentazione del progetto seguirà un incontro sul tema “Dai giardini storici ai frutti dimenticati, idee per gli orti urbani”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico