Aversa

Rifiuti, Rc e Pdci: “Il tempo è stato galantuomo”

 AVERSA. “Il tempo è stato galantuomo, verrebbe da dire leggendo la proposta di Guido Bertolaso, responsabile dell’emergenza rifiuti in Campania per il governo Berlusconi, non certo bolscevico e rivoluzionario comunista, sullo scioglimento di 9 comuni campani, tra cui Aversa”.

Lo affermano, in una nota congiunta, i coordinamento cittadini di Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani. “Galantuomo perché ad agosto, – continuano – quando con un manifesto pubblico riportammo le prime dichiarazioni del sottosegretario, il sindaco Ciaramella si lasciò andare alle solite reazioni ed attacchi contro di noi, colpevoli di ‘lesa maestà’. Viene da chiedersi anche quanto siano state convincenti le argomentazioni ed i chiarimenti usati dal senatore Giuliano in un incontro con Bertolaso, sbandierato come risolutore, ma che ci sembra non lo sia stato”.

“Il sindaco – aggiungono Rc e Pdci – ha giocato parecchio con la ‘monnezza’: prima, in piena emergenza rifiuti, con una campagna mediatica e promesse di risolvere tutto entro il febbraio 2007 (qualcuno ricorderà il ‘monnezzologo’ designato alla risoluzione del problema, sparito poi dalla circolazione), poi le continue crisi del consorzio GeoEco, dove più che a stabilizzare i lavoratori si pensava a stabilizzare il centrodestra sulle poltrone. Per non parlare degli aumenti della Tarsu e delle promesse di avvio della raccolta differenziata; nulla è stato fatto e, quindi, noi chiediamo di restituire gli aumenti chiesti ai cittadini senza aver dato niente in cambio”.

“Ma Ciaramella – sottolineano – è in corsa per la fascia blu di Presidente della Provincia, a quanto pare. Blu come le strisce che hanno invaso ogni spazio di Aversa, e come la rabbia dei cittadini: viene da chiedersi, quindi, come il Pdl seleziona la propria classe dirigente, a questo punto sembra che più si fanno danni, più ti promuovono (d’altronde ci sono esempi nazionali al riguardo). Una selezione al peggio. Aversa – concludono i due partiti comunisti – non merita questo, non lo merita la cittadinanza, non vediamo perché lo debba meritare l’intera provincia: chiediamo l’unico gesto di dignità possibile da quest’amministrazione, le dimissioni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico