Aversa

Richiesta scioglimento, Ciaramella: “E’ ingiusto e pretestuoso”

Domenico CiaramellaAVERSA. Il sindaco Domenico Ciaramella, a fronte del paventato scioglimento del Consiglio comunale richiesto dal sottosegretario Guido Bertolaso per “gravi inadempienze” nella raccolta rifiuti, …

… non nasconde la sua meraviglia unitamente alla determinazione a risolvere ogni equivoco eventualmente generatosi col Sottosegretariato all’emergenza rifiuti.

“La nota proveniente dal sottosegretariato – dichiara il primo cittadino normanno – ci amareggia e ci stupisce, non fosse che per il fatto che lo stesso funzionario incaricato da Bertolaso, il dottor Figliolia, ha avuto già modo di prendere atto di come il Comune di Aversa abbia già espletato tutti gli adempimenti, burocratici e non, per il materiale avvio della raccolta differenziata; da ultima l’indizione della gara d’appalto per lo svolgimento della differenziata su tutto il territorio cittadino. A questo, poi, va aggiunto il fatto che Aversa ha già garantito da tempo una percentuale di raccolta differenziata su una buona parte della città”.

“Se poi – aggiunge il sindaco – si vogliono addebitare al Comune di Aversa i ritardi e le complicanze derivanti dal cattivo funzionamento del Consorzio Unico da cui Aversa, insieme ad altri comuni, dipende per il servizio di igiene urbana, ciò mi pare, evidentemente, assai inopportuno oltre che palesemente ingiusto”.

“Rispetto al funzionamento o meglio al malfunzionamento del Consorzio Unico, – continua Ciaramella – infatti, Aversa non può intervenire in alcun modo, se non adottare, come già fatto in diverse occasioni, procedure per l’espletamento dei servizi in danno al Consorzio medesimo. Nonostante ciò, da Aversa, ormai dai tempi della nefasta emergenza che ha investito l’intera Regione Campania, la situazione non è stata più critica e sicuramente non è tale da pensare ad un scioglimento dell’amministrazione comunale. Basta farsi una passeggiata in città per sincerarsi di quanto dico. Se poi, preciso e ribadisco, si eccepisce riguardo al singolo ingombrante che non viene raccolto per inadempienza del Consorzio Unico, ciò mi pare assai pretestuoso; atteso che l’amministrazione comunale ha già espletato la gara d’appalto per lo svolgimento del servizio di raccolta differenziata secondo i parametri che sono richiesti. Ciò, del resto, in linea con la stessa politica dell’amministrazione che intendeva di per sé completare quel sistema di raccolta differenziata già in atto ad esempio in Aversa sud”.

“Ma, al di là di tutto, – conclude Ciaramella – rimango convinto che col sottosegretariato ci siano ancora tutti gli spazi dialettici e di confronto per valutare la situazione del comune di Aversa sulla scorta dei fatti che possiamo in qualsiasi momento dimostrare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico