Aversa

In cantiere il restauro della Real Casa dell’Annunziata

Isidoro OrabonaAVERSA. Ristrutturazione del complesso della Real Casa Santa dell’Annunziata che occupa la facoltà di ingegneria, recupero viario e dell’arredo del quartiere spagnolo del “Lemitone”.

Queste le prime due opere immediatamente cantierabili che potrebbero partire in tempi brevi, nella primavera prossima, se il 17 dicembre prossimo la cabina di regia dei Più Europa riterrà i progetti coerenti con l’obiettivo prefissato del recupero urbanistico. Ad annunziarlo l’assessore alle attività complesse della giunta Ciaramella, Isidoro Orabona.

“Si tratterà – ha dichiarato l’esponente del Pdl – di un’opera che riqualifica l’ingresso sud della città con il recupero alla fruizione collettiva degli storici giardini dell’Annunziata, con la creazione di laboratori sotterranei, per un costo complessivo di 9 milioni di euro. La subdelega dei lavori è di competenza della facoltà di ingegneria che è partner del comune insieme alla diocesi normanna”.

Un’opera che, invece, vedrebbe il comune direttamente impegnato è quella della riqualificazione del quartiere spagnolo che partirà in un secondo momento. Sotto osservazione anche il recupero del complesso conventuale del “Carmine”, adibito a caserma di cavalleria e a scuola, per essere abbandonato negli anni settanta, anch’esso ubicato in zona degradata della città. Il finanziamento complessivo di cui è destinataria Aversa è di 30 milioni di euro per i Più Europa ai quali si aggiungeranno altri “Assi” collaterali.

“C’è una cabina di regia regionale composta da sindaco, assessore regionale, presidente della giunta regionale, il rappresentante della Provincia di Caserta e i partner che andranno a sottoscrivere – continua Orabona – il Dos (Documento di orientamento Strategico) dove sono indicate le opere. Da parte nostra attiveremo a breve quattro forum di ascolto con le associazioni professionali, sindacali e culturali affinché possano proporre idee e progetti che, e mi addosso tutta l responsabilità di quanto affermo, se coerenti con le finalità dei Più Europa, mi impegno a inserire tra le opere da realizzare nell’ambito dei finanziamenti non solo di questo ‘asse’, ma anche degli altri”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico