Aversa

Il coro polifonico della ‘Parente’ esegue “Note d’Amore”

Le prove del coroAVERSA. Lunedì 21 dicembre, alle ore 18, presso la Chiesa di San Francesco al Seggio, si terrà il concerto natalizio “Note d’amore”, in cui si esibirà il coro polifonico della scuola media “Parente” con la partecipazione degli alunni delPrimo Circolo didattico.

Il concerto rappresenta la manifestazione d’apertura delle attività realizzate nell’ambito dei Pon (Programmi Operativi Nazionali), per l’annualità 2009/2010, programmi finanziati dalla Commissione Europea e finalizzati ad azioni di promozione e sviluppo nel campo sociale.

La rappresentazione promossa dalla “Parente” è un importante momento formativo per gli alunni: l’organizzazione di un coro polifonico richiede applicazione ed impegno seri e costanti da parte di allievi, e gran pazienza (virtù cardinale dei docenti…) da parte dei professori che hanno diretto gli alunni. A questi ultimi è stato richiesto il rispetto del ruolo di ciascuno all’interno del coro, lo spirito di collaborazione in vista di un risultato comune, l’ottica del gruppo che prevale su quella individuale; tutti valori di primaria importanza, specie in un contesto difficile e afflitto dalla mancanza di educazione al senso pubblico.

Sono previsti brani di non semplice esecuzione, appartenenti a tradizioni natalizie molto varie nello spazio e nel tempo, tutte di notevole spessore artistico: dallo spiritual contemporaneo “Have you heard” a simboli della tradizione locale come “Quanno nascette ninno”, dal lied “Luci care, luci belle” di W.A. Mozart al popolarissimo “Jingle Bells”. Accompagneranno l’esibizione i maestri Gianna Dicorato (pianoforte) e, in collaborazione con l’associazione “Euterpe” di Teano, Carlo Russo (violino) e Leopoldino Zanni (percussioni), sotto la direzione di Luigi Zanni.

Vi saranno anche stand espositivi di manufatti ad opera dei laboratori artistici (curati dalla professoressa Antonietta Costanzo) e uno stand a cura del Primo Circolo, nell’ambito di un progetto di continuità educativa e didattica tra i diversi ordini di scuola. Continua, dunque, la tradizione di impegno nelle attività formative curricolari ed extra-curricolari della storica istituzione scolastica aversana, che affonda le sue radici fin negli anni lontani in cui non esistevano ancora Pon e progetti, e tutte le attività (rappresentazioni teatrali, tornei sportivi, partecipazione a concorsi indetti da testate giornalistiche) erano messe in atto in nome di un pionieristico spirito di innovazione e cambiamento.

L’impegno nella progettualità e nella ricerca è costantemente perseguito dalla dirigente scolastica, professoressa Enrichetta Ferrara, che, con grande dedizione, promuove il ruolo di traino nello sviluppo sociale della scuola “Parente”,di cui è fermamente convinta, pur nella non facile situazione che la scuola italiana si trova ad attraversare.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico