Aversa

Ciaramella scrive ai cittadini: “Ecco il nostro operato del 2009”

Domenico Ciaramella AVERSA. Riceviamo e pubblichiamo la lettera del sindaco Domenico Ciaramella indirizzata ai cittadini aversani, in cui la fascia tricolore fa un bilancio del 2009.

Cari concittadini,

in questa lettera aperta, a poche ore dall’inizio di un nuovo anno, sento il bisogno di tracciare un bilancio di quanto è stato fatto in questi anni per la rinascita civile e culturale della nostra cara e amata Aversa, senza dimenticare che ancora molto ci resta da fare.

Come aversano sono testimone, quanto voi, di come la Città che amiamo stia cambiando. Una Città nella quale sono cresciuto e in cui si sono susseguiti gli eventi più importanti che hanno costruito la mia vita e quella della mia famiglia. Spero che, come me, abbiate potuto cogliere ed apprezzare gli sforzi che l’Amministrazione Comunale da me guidata sta compiendo, ormai da sette anni, per migliorare, non nascondiamocelo, un territorio difficile per quanto denso di risorse non comuni da recuperare e valorizzare.

Proprio pochi giorni fa ho potuto vivere uno dei momenti più belli di questa mia seconda sindacatura, partecipando alla Festa dell’Albero, “Un albero per ogni neonato”. Una festa che ha visto la presenza di tanti bambini delle scuole elementari e che va interpretata come il primo evento gioioso del nuovo corso del Parco che oggi è a tutti gli effetti un bene della Città, grazie anche alla venuta acquisizione al patrimonio comunale, ottenuta durante il mio primo mandato. Un Parco che vedrà, nella sua nuova veste, un’opera capillare di valorizzazione e di tutela, nella consapevolezza del suo essenziale ruolo di polmone verde della città e di habitat educativo e ricreativo per i più piccoli.

Ma è la Città tutta che, nei miei desideri, come ne sono sicuro, anche nei vostri, deve diventare a “misura d’uomo”. In tal senso, intesi attivarmi, fin dall’inizio della mia esperienza da Sindaco, per dotare Aversa, per la prima volta nella sua storia, di un Piano Regolatore Generale, oggi denominato Puc. Cosa che ha consentito di porre un freno a quella cementificazione che largo spazio aveva avuto, purtroppo, in Città nei decenni scorsi.

Sul piano urbanistico, del resto, quest’Amministrazione intende spendere le sue migliori energie e in questa prospettiva va visto l’impiego dei fondi “Più Europa” che abbiamo ottenuto grazie a un lavoro certosino in concerto con la Regione Campania, allo scopo di valorizzare, in primis, quel centro storico che deve essere il fiore all’occhiello di Aversa.

Continua, inoltre, la vicinanza dell’Amministrazione Comunale alle due Facoltà della Seconda Università di Napoli, Architettura ed Ingegneria. Proprio per la facoltà di Ingegneria, ed in particolare per il completamento dei lavori che investono la Real Casa dell’Annunziata, saranno impiegati parte dei Fondi “Più Europa”.

Tali fondi troveranno, poi, il loro ulteriore e doveroso impiego nel rilancio di quel commercio a cui storicamente è legata l’economia della Città e a cui il sottoscritto, non fosse altro che per le note tradizioni familiari, è affettivamente legato. Un settore, quello del commercio, nel quale l’Amministrazione Comunale da me guidata ha centrato, non molto tempo fa, un obiettivo importante come l’approvazione del Siad tanto atteso dagli esercenti. Spero che il nuovo anno veda una nuova intesa tra i rappresentanti dei commercianti, affinché si possa porre mano con risolutezza a quel progetto di centro commerciale naturale dove tutela del commercio e recupero del centro storico vanno a braccetto.

Cultura ed economia sono, d’altronde, le parole d’ordine simbiotiche che debbono dettare il futuro luminoso di Aversa. Aversa deve ottimizzare la sua naturale vocazione ad essere teatro di eventi di qualità e in quest’ottica ho voluto porre le basi, col Sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, per una collaborazione fattiva nel nome del nostro concittadino più illustre: il compositore Domenico Cimarosa. Questo è un percorso sul quale ci incammineremo decisi, tenendo conto anche dell’esperienza frutto degli eventi già realizzati. A riguardo, nei giorni scorsi, si è svolta la sesta edizione del “Concorso Internazionale per Flauti Domenico Cimarosa”, da anni appuntamento prestigioso e che quest’anno ha visto la presenza del premio oscar Luis Bacalov. Le celebrazioni per il 260° anniversario della nascita di Cimarosa sono poi continuate con il Premio Internazionale tenutosi presso il teatro omonimo che presto diventerà il fiore all’occhiello del patrimonio artistico-monumentale aversano.

Ma la Città di Aversa dovrà essere capace di offrire ai suoi visitatori appuntamenti di qualità, con continuità, valorizzando le sue migliori tradizioni e la sua storia. In questo dovremo essere bravi, sfruttando anche le nuove possibilità di mobilità, per eventuali turisti, offerte dall’avvento della metropolitana.

Insomma, cari Concittadini, come in ogni fine anno che si rispetti, anche il vostro Sindaco ha i suoi buoni propositi, a sostegno dei quali profonderà, statene certi, la massima energia e impegno.

Vi giunga il mio personale augurio e di tutta l’Amministrazione Comunale per un Sereno e Felice Anno Nuovo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico