Aversa

Ciaramella punta alla Provincia, Barbato il “successore”

Domenico Ciaramella AVERSA. Le brutte notizie ed i grattacapi per il sindaco di Aversa Domenico Ciaramella sembra non abbiano fine.

Ora è la storia delle strisce blu, ora è la storia dell’immobilismo amministrativo, ora è la storia delle assunzioni, ci mancava “dulcis in fundo”, anche quelle relativa alla richiesta di scioglimento del consiglio comunale. Infatti, è di oggi la notizia che il sottosegretario per l’emergenza rifiuti in Campania, Guido Bertolaso, ha trasmesso al ministro dell’Interno la proposta di rimozione dei sindaci di nove Comuni campani per “gravi e reiterate inadempienze nelle attività di competenza per la raccolta dei rifiuti”. Si tratta di due comuni del napoletano, Giugliano e Nola, e sette del casertano: Aversa, Casal di Principe, Casaluce, Castel Volturno, Maddaloni, San Marcellino e Trentola Ducenta.

Se tale proposta diventasse effettiva, il ciaramellone cittadino direbbe definitivamente addio a poltrona e fascia. Sempre che non riesca nel suo vero obiettivo ed intimo sogno: quello ad indossarne un’altra di fascia, quella blu di presidente della Provincia di Caserta. Si, perché attualmente sembrerebbe in pole position come candidato di punta del Pdl, l’uomo su cui il gotha casertano del partito sarebbe pronto a puntare tutto. Intanto, fervono i preparativi per cercare un nuovo successore. E sembra che l’investitura ufficiale sia già avvenuta.

Qualcuno racconta che presso la corte di messer senatore Pasquale Giuliano si siano ritrovati tutti i “cavalieri” intorno ad un tavolo rigorosamente non rotondo, ed abbiano assistito alla cerimonia ufficiale in cui il buon Elia Barbato è stato ufficialmente insignito della carica di successore. Da domani potrebbe già sedere alla destra del sindaco Ciaramella come legittimo ed unico figlio, putativo si intende.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico